rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
VIOLENZE SESSUALI / Ravenna

Finge un malore, si fa accompagnare a casa e stupra 17enne

L'uomo, un 60enne, è stato arrestato per violenza sessuale. Con la scusa di un finto collasso ha chiesto a una giovane di accompagnarlo a prendere le medicine. Una volta nell'appartamento la violenza

RAVENNA. Ha detto a una ragazzina di 17 anni che si sentiva male. Ma era solo una scusa per farsi accompagnare a casa dove ha tentato di stuprarla. E' accaduto la scorsa notte a Fosso Ghiaia, frazione alle porte di Ravenna, dove i carabinieri hanno arrestato per violenza sessuale un sessantenne.

Secondo quanto riferito da un comunicato dall'Arma l'uomo, celibe, operaio e con alle spalle alcuni precedenti per piccoli reati, in un vicino bar è riuscito ad avvicinare la minore da poco uscita di casa per comperare le sigarette alla mamma.

Con la scusa di un finto malore, il 60enne l'ha poi convinta a seguirlo fin nella propria abitazione per prendere le medicine. Ma un volta in casa, l'ha esplicitamente invitata a compiere atti sessuali esibendo i genitali, palpeggiandola e tentando di spogliarla.

La ragazzina è riuscita a divincolarsi ed è scappata dall'appartamento chiedendo aiuto. L'uomo, rintracciato dai militari, poco dopo, nel suo appartamento è stato portato in carcere a Ravenna in attesa che venga fissata l'udienza di convalida davanti al Gip.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finge un malore, si fa accompagnare a casa e stupra 17enne

Today è in caricamento