Venerdì, 30 Luglio 2021
Città Roma

Torture e violenze sessuali in un centro per minori: "Così seviziavano i loro compagni"

La scoperta in un istituto di Roma che ospita minori sottoposti a misura cautelare. Tre giovanissimi sono stati arrestati con l'accusa di violenza sessuale di gruppo, stalking e lesioni aggravate

Un minore e un ragazzo da poco maggiorenne sono finiti in ospedale con lesioni gravissime (immagine di repertorio)

ROMA - Un minore ed un neo maggiorenne in ospedale con lesioni gravissime e tre giovanissimi arrestati con l'accusa di violenza sessuale di gruppo, stalking e lesioni aggravate. E' questo il bilancio di un'indagine condotta dagli agenti del commissariato Primavalle che hanno scoperchiato una vicenda di soprusi e violenze. Teatro degli atti di "nonnismo" un istituto di Monte Mario che ospita minori sottoposti a misura cautelare. Vittime e carnefici (due minori e tre maggiorenni da poco), tutti destinati a scontare in maniera alternativa la loro pena. La loro "detenzione" alternativa però si è trasformata in un vero e proprio incubo.

Tutto nasce dalla denuncia di una delle vittime, un 17enne, ricoverato il 7 aprile scorso con lesioni gravissime all'ospedale San Filippo Neri. Un caso strano che ha portato il personale del nosocomio ad informare le forze dell'ordine. Da qui sono partite le indagini degli investigatori del Commissariato Primavalle diretti dal dottor Pietro Tortora che nel giro di 24 ore hanno portato a scoprire uno scenario inquietante. 

Nonnismo e cameratismo, con angherie, soprusi e violenze sessuali di gruppo perpetrate anche con oggetti quali pennarelli, racchettoni, palette: questo l'incubo raccontato da una delle due vittime. Continue vessazioni che i quell'occasione hanno raggiunto il culmine. Calci, pugni e bastonate erano infatti cominciate immediatamente dopo l'arrivo del minore nell'istituto correttivo di Monte Mario da parte di altri tre ospiti della struttura, presenti da tempo nella stessa.

Umiliazioni corporali e psicologiche che hanno portato a scoprire come le stesse venissero perpetrate da tempo nei confronti dei nuovi arrivati. Atti di "nonnismo" accertati dai poliziotti di Primavalle anche nei confronti di un altro neo arrivato della struttura, un 18enne. A raccontarle la prima vittima, indicando come l'altro bersaglio dei tre "bulli" fosse stato costretto anch'egli alle cure dell'ospedale, dopo aver subito delle sevizie sessuali. 

Continua a leggere la notizia su RomaToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torture e violenze sessuali in un centro per minori: "Così seviziavano i loro compagni"

Today è in caricamento