Giovedì, 25 Febbraio 2021
Cardito / Napoli

Bimbo ucciso a bastonate: ergastolo per l'assassino, 6 anni alla mamma

La terza Corte di Assise del tribunale di Napoli ha condannato all'ergastolo Toni Essobti Badre, compagno della madre, Valentina Casa, accusata invece di maltrattamenti

Fiori e biglietti lasciati in ricordo del piccolo Giuseppe (FOTO ANSA)

Ergastolo per Toni Essobti Badre e sei anni di reclusione per Valentina Casa. Queste le condanne decise dalla terza Corte di Assise del tribunale di Napoli per l'omicidio del piccolo Giuseppe, ucciso a Cardito il 27 gennaio 2019. Massimo della pena per l'uomo accusato del delitto, mentre la mamma del bimbo è stata condannata per maltrattamenti. Badre, compagno della madre di Giuseppe, uccise il piccolo a bastonate.

La sentenza è arrivata dopo 5 ore di camera di consiglio ed è stata preceduta dalle arringhe difensive di Francesco Cappiello, avvocato di Valentina Casa, che ha chiesto l'assoluzione per la sua cliente, e di Pietro Rossi, difensore di Badre, che ha fatto istanza di riqualificazione dei reati (omicidio volontario aggravato e tentato omicidio aggravato della sorellina di Giuseppe) in lesioni personali gravissime.

Lo scorso 23 settembre i sostituti procuratori di Napoli Nord Paola Izzo e Fabio Sozio avevano chiesto l'ergastolo con isolamento diurno per 18 mesi, e tutte le pene accessorie, nei confronti di Tony Essobti Badre e di Valentina Casa, mamma del piccolo Giuseppe.

Badre è accusato dell'omicidio volontario del bimbo e del tentato omicidio della sorellina, oltre a maltrattamenti in famiglia aggravati dalla crudeltà e dai futili motivi. Presente alla lettura della sentenza anche il padre di Giuseppe e delle sue due sorelline, accompagnato dall'avvocato Gennaro Demetrio Paipais.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo ucciso a bastonate: ergastolo per l'assassino, 6 anni alla mamma

Today è in caricamento