Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca Italia

Anche in montagna non c'è più acqua: la neve fonde troppo rapidamente

Chiuso in anticipo il rifugio Gonella, 3071 metri di quota: l'avamposto degli alpinisti è rimasto senz'acqua a causa della fusione dei nevai. Gli scienziati lanciano l'allarme: la neve sulle montagne sta fondendo troppo rapidamente con quasi un mese e mezzo d’anticipo

Panorama della nuova funivia del Monte Bianco dalla terrazza panoramica della stazione di Punta Helbronner (3.462 mt), Courmayer (Aosta), 23 giugno 2015. ANSA / THIERRY PRONESTI

Chiude in anticipo il rifugio Gonella, che a quota 3071 metri è il più alto d'Italia, avamposto degli alpinisti che decidono di scalare il Monte Bianco sul versante italiano.

"Le scarse nevicate di maggio e il caldo di giugno hanno contribuito a esaurire i nevai e ora siamo rimasti senza acqua - spiega Davide Gonella, uno dei gestori - E' stata una stagione molto difficile e adesso, terminate le riserve d'acqua abbiamo deciso di chiudere in anticipo".

L'avviso per gli alpinisti: via ad alto rischio

"Non è un percorso per novizi, senza un appoggio come il rifugio è meglio non avventurarsi. A causa delle alte temperature si sono aperti molti crepacci ed è aumentato il rischio che dai ghiacciai si distacchino i seracchi, che possono risultare fatali"

Non è un fenomeno isolato. La neve sulle montagne valdostane sta fondendo troppo rapidamente, con quasi un mese e mezzo d’anticipo rispetto all’estate scorsa e l’estensione dei nevai in quota intorno al 20 di luglio è pari a quella che un anno fa si misurava a fine agosto, con un deficit che in alcune zone arriva al 60 per cento.

Le temperature elevate estive c’entrano solo in parte e le ragioni della scarsità di neve in quota derivano anche da un inverno piuttosto avaro di nevicate sull’alta Valle d’Aosta e da una primavera insolitamente mite e poco piovosa. La crisi in quota deve però essere un campanello d’allarme anche per chi vive in pianura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche in montagna non c'è più acqua: la neve fonde troppo rapidamente

Today è in caricamento