rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Cronaca

Addio a Michele Ferrero, il patron della Nutella

Il boss dell'omonimo gruppo dolciario di Alba è morto all'età di 89 anni

E’ morto questo pomeriggio a Montecarlo Michele Ferrero, 89enne patron dell’omonimo gruppo dolciario. A renderlo noto è la stessa azienda di Alba, dove verrà allestita la camera ardente. Non è ancora stata resa nota la data dei funerali. Con lui c’erano la moglie Maria Franca e il figlio Giovanni.

Nato a Dogliani il 26 aprile 1925, Michele Ferrero ha iniziato la sua carriera nel 1946, come venditore del “Giandujot”, inventato da suo padre Pietro. Nel 1950 pone le basi di quello che diventerà poi un impero, con la Supercrema (precursore della Nutella), che sarà poi seguita da prodotti mitici e di successo come i Rocher, gli ovetti Kinder, le Tic Tac, i Mon Chéri.

Alla guida dell’azienda dal 1957, a soli 32 anni, è stato poi assistito dai figli Pietro e Giovanni, entrati nel gruppo, che ha poi aperto stabilimenti in Italia e nel mondo. Nel giugno 1997, alla guida della Ferrero subentrano Pietro e Giovanni. Nell’aprile 2011, Pietro muore in seguito a un arresto cardiaco durante una missione nell’Impresa Sociale in Sudafrica; gli succede Giovanni. 

"Lavorare, creare, donare": queste le tre parole che compaiono nel logo della Fondazione del Gruppo.

A novembre, Bloomberg lo aveva inserito nella lista dei primi cento miliardari al mondo: al 30esimo posto, Ferrero era l’uomo più ricco d’Italia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Michele Ferrero, il patron della Nutella

Today è in caricamento