rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Pieve di Soligo / Treviso

Legato e picchiato a sangue durante una rapina: morto un 84enne

L'aggressore nella fuga è stato placcato da un vicino e poi consegnato ai carabinieri.

È morto in ospedale l'anziano 84enne picchiato violentemente ieri sera a Pieve di Soligo (Treviso) durante un tentativo di rapina in casa ad opera di un giovane marocchino, poi fermato dai carabinieri. L'uomo, Adriano Armellin, legato e pestato dal malvivente, era giunto in condizioni gravissime in ospedale. Stamane un aggravamento delle condizioni cliniche ne ha causato il decesso.

Secondo una prima ricostruzione di Trevisotoday Armellin viveva solo dopo esser rimasto vedovo al primo piano di un condominio in via Schiratti. Il 36enne si sarebbe introdotto illegalmente nell'abitazione sorprendendo l'anziano e legandolo con delle corde trovate in uno sgabuzzino picchiandolo poi a sangue in maniera selvaggia.

Una volta uscito di casa per fuggire, però, l'aggressore è stato notato da alcuni vicini che, vedendo anche ai piedi delle scale il corpo quasi ormai inerme dell'83enne, hanno subito bloccato l'uomo nell'attesa dell'arrivo dei carabinieri. Inoltre, da quanto finora emerso, il 36enne nella fuga (forse cadendo da un balcone da tre metri di altezza) si sarebbe anche ferito in maniera seria ad una gamba, tanto che una volta arrestato è stato prima condotto per le cure del caso all'ospedale di Conegliano e poi portato in carcere. Ancora per ora ignote le cause che hanno portato l'uomo all'aggressione, ma tutto propenderebbe per un "semplice" furto terminato però in rapina. Sotto sequestro, invece, la casa dell'83enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legato e picchiato a sangue durante una rapina: morto un 84enne

Today è in caricamento