rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
La ricostruzione / Roma

Aerei caduti: la manovra del militare che prima di morire ha evitato una strage

La collisione tra i due velivoli sarebbe avvenuta nella fase che precede l'atterraggio

Uno dei due militari dell'Aeronautica morti nell'incidente aereo avvenuto oggi a Guidonia, alle porte di Roma, sarebbe riuscito grazie a un'ultima manovra a evitare i palazzi, scongiurando una vera e propria strage. Secondo la ricostruzione della procura di Tivoli (che indaga per disastro aereo colposo contro ignoti) è infatti "ragionevole ipotizzare che il velivolo caduto nella strada di un centro abitato sia stato lì direzionato dal pilota per recare il minor danno possibile a cose e persone, tanto che i danni sono stati limitatissimi. Diversamente, una precipitazione sugli edifici ai lati della strada avrebbe causato numerose vittime".

A guidare quell'aereo, secondo le prime ricostruzioni, c'era il tenente colonnello Giuseppe Cipriano, 48 anni, originario di Montalbano Jonico. L'altro pilota rimasto ucciso nello schianto si chiamava Marco Meneghello, aveva 46 anni ed era di Legnago, in provincia di Verona. Entrambi erano piloti esperti e appartenevano al 60° stormo di Guidonia.

I due aerei caduti a Guidonia

La collisione e lo schianto

La tragedia si è consumata poco prima di mezzogiorno. I due aerei U-208 sarebbero entrati in collisione nel corso di un'esercitazione. Un aereo è precipitato su un'auto in via delle Margherite. L'altro, invece, in viale Roma, in un pratone a pochi chilometri dall'aeroporto civile di Guidonia.  La procura di Tivoli ha già disposto l'autopsia sui corpi dei due militari. 

Secondo la prima ricostruzione dell'aeronautica, la collisione tra i due aerei "è avvenuta nella fase che precede l'atterraggio" e i due mezzi erano impegnati "in un'attività addestrativa che coinvolgeva in tutto quattro velivoli. L'ipotesi per ora è la collisione in volo che ha determinato la caduta dei due aerei ma l'inchiesta accerterà le cause", ha spiegato il generale dell'aeronautica Silvano Frigerio.

Il sindaco di Guidonia, Mauro Lombardo, ha definito quella di Cipriano una manovra "miracolosa" o "eroica": "È possibile che il pilota abbia cercato di evitare il contatto con le case" ha detto a RomaToday, "e che per questo sia rimasto sino all'ultimo all'interno del velivolo: siamo di fronte a un miracolo o a un gesto di eroismo".

Così la pensa anche Piero Marrese, sindaco di Montalbano Jonico, che ha descritto Cipriano come Cipriano, un "ragazzo generoso, riservato e dal cuore nobile, orgoglio di noi montalbanesi". Il tenente colonnello, scrive su Facebook, "avrebbe compiuto una manovra per evitare che il velivolo da lui guidato finisse sulle case: una manovra eroica, quella del caro Giuseppe che, salvando la vita di tante persone, ha deciso di sacrificare la sua". 

"Papà è vivo per miracolo"

RomaToday ha raccolto anche la voce di Isamel, figlio del proprietario dell'auto distrutta da uno dei due aerei precipitati. "Stavo al lavoro" ha raccontato. "Papà stava uscendo per andare a prendere mamma, ha sentito un rumore e quando ha alzato gli occhi l'aereo è caduto. È vivo per miracolo". Il proprietario dell'auto si sarebbe salvato per una questione di secondi. 

Il ricordo dell'Aeronautica: "Vogliamo ricordarvi appassionati e sorridenti"

Sulla pagina Facebook del corpo dell'Aeronautica è stato pubblicato un post in ricordo dei due piloti con una foto che li ritrae in divisa, sorridenti, uno accanto all'altro. "Giuseppe e Marco, vogliamo ricordarvi così, con i vostri volti sorridenti, appassionati del volo ed entusiasti del vostro lavoro".

"Avete trasmesso - si legge -  i valori dell'Aeronautica Militare a migliaia di giovani in tutta Italia che oggi sicuramente avranno un pensiero per voi. Ancora una volta, la nostra grande famiglia è costretta a fare i conti con un devastante dolore che ha profondamente scosso tutti noi. Giuseppe e Marco non erano solo nostri colleghi, erano nostri fratelli. Due piloti del 60° Stormo di Guidonia rimasti vittime di un tragico incidente aereo mentre erano ai comandi dei loro velivoli U-208, nel corso di una missione addestrativa nelle vicinanze dell’aeroporto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aerei caduti: la manovra del militare che prima di morire ha evitato una strage

Today è in caricamento