Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Parma

Parma, aggredita e insultata per aver dato la casa ai profughi

La donna ha denunciato di essere stata accerchiata e insultata da una cinquantina di persone che le chiedevano ragione delle sua decisione di condurre la propria casa a una coooperativa per ospitare i richiedenti asilo. La solidarietà del sindaco Pizzarotti

Una donna, proprietaria di una villa che ospiterà dei profughi a San Michele Tiorre a Felino, nel parmense, è stata aggredita da una cinquantina di persone. A lei è andata la solidarietà del sindaco di Parma Federico Pizzarotti, che ha espresso vicinanza alla sindaca di Felino. . 

L’atmosfera nella provincia di Parma è incandescente per l’arrivo di richiedenti asilo. La donna ha sporto denuncia ai carabinieri di Felino, raccontando di essere stata accerchiata da una cinquantina di persone che le avrebbero chiesto conto della scelta di affidare la sua abitazione alla cooperativa Svoltare, per ospitare i richiedenti asilo. In un caso, la donna sarebbe stata anche raggiunta da alcuni sputi. 

“Farsi dominare dalla paura, seguire chi grida alla pancia e non segue la ragione, pensare che la violenza verbale o fisica sia una soluzione sono il metodo per cadere ancora più in basso - dice Pizzarotti - Invece noi siamo una comunità, la siamo sempre stata, abitiamo l’uno vicino all’altra, frequentiamo lo stesso bar, compriamo il giornale nella stessa edicola, portiamo i figli nella stessa scuola”. 

Spiega il sindaco: 

La paura è un sentimento che divide. Le soluzioni ci sono, ma noi dobbiamo avere un approccio istituzionale: ancora più legge, ancora più Stato. Personalmente è quello che Parma sta applicando, e lo fa mettendo in conto che lo Stato deve farsi sentire nelle ancora più forte nelle nostre città. Ma non ci facciamo dividere dalla paura. Solidarietà alla signora aggredita e vicinanza al Sindaco Leoni che deve gestire questa difficile situazione

La notizia su ParmaToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma, aggredita e insultata per aver dato la casa ai profughi

Today è in caricamento