rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
il video / Firenze

Aggressione davanti la scuola, studenti presi a calci e pugni: il video

Tutto sembra nato da un volantinaggio a sfondo politico fatto di fronte la scuola da Azione studentesca, movimento legato all'estrema destra. Indaga la Digos, Fratelli d'Italia condanna l'accaduto

Aggressione e rissa davanti al liceo classico Michelangiolo di Firenze: due studenti sono stati presi a calci e pugni da un gruppo di persone esterne alla scuola, tre maggiorenni e tre minorenni, estranei alla scuola, che farebbero riferimento ad Azione Studentesca, formazione giovanile di destra. Due studenti e un professore sono rimasti coinvolti nel pestaggio, come documentato da un video. Secondo le prime ricostruzioni, la violenza pare sia scattata per diversità di vedute politiche. 

La ricostruzione e il video dell'aggressione al liceo Michelangiolo

Come riporta FirenzeToday, secondo quanto ricostruito al momento dalla Digos tutto avrebbe avuto origine da un volantinaggio davanti alla scuola da parte dei giovani di Azione Studentesca. Questo avrebbe portato a una discussione con i due studenti del liceo. Dalle parole si sarebbe poi passati ai fatti, con l'aggressione ai due studenti ripresa in un video che ha scatenato forti polemiche.

Al momento sembrerebbe, sempre dalle testimonianze raccolte dalla polizia, che ad attaccare per primi siano stati i militanti di Azione studentesca. Sul punto sono comunque in corso ulteriori accertamenti su questo. Per i sei identificati scatterà una segnalazione per manifestazione non preavvisata, riguardo al volantinaggio. Quanto alle lesioni personali, la polizia attende che i due studenti presentino denuncia.

Un rapporto sull'accaduto, si spiega dalla questura, sarà inviato all'autorità giudiziaria, cui spetterà valutare le ipotesi di reato. Nel video appare un ragazzo a terra, preso a pugni da un altro ragazzo. Altri due giovani si trovano dietro di loro, in piedi, e si picchiano. Intervengono anche altri studenti e una professoressa che tenta invano di riportare la calma. 

La condanna di Fratelli d'Italia

Il coordinamento di Fratelli d'Italia di Firenze "esprime profondo rammarico per gli scontri avvenuti stamani nei pressi del liceo Michelangiolo e condanna ogni forma di violenza da chiunque esercitata. La politica deve essere strumento di confronto anche aspro e duro ma non può e non deve travalicare mai in scontro fisico e limitazione della libertà di espressione altrui. E nessuno ha nostalgia della stagione della violenza politica che ha segnato troppo a lungo la storia d'Italia".

Così in una nota Jacopo Cellai, coordinatore Fdi a Firenze. Gli fa eco il capogruppo e segretario cittadino della Lega, Federico Bussolin: "Riguardo agli scontri avvenuti stamani davanti al liceo Michelangiolo, come Lega condanniamo sempre ogni forma di violenza, da chiunque sia compiuta".

"La violenza è sempre un grave errore e una sconfitta, va condannata a prescindere e noi la condanniamo con  forza anche in questo caso, a maggior ragione in quanto verificatasi tra giovani, davanti a una scuola. È inaccettabile. Ci auguriamo che venga ricostruita celermente la dinamica dell'accaduto e che vengano accertate le responsabilità" afferma infine Marco Stella,  capogruppo di Forza Italia al consiglio regionale della Toscana e commissario del partito a Firenze.

Continua a leggere su Today

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione davanti la scuola, studenti presi a calci e pugni: il video

Today è in caricamento