Sabato, 27 Febbraio 2021
Aggressioni / Torino

Aggressione omofoba a Torino: "Mi hanno detto che sculettavo troppo, poi le botte"

Calci e pugni a un 19enne: il caso è ora al vaglio della Questura

Foto d'archivio

"Secondo loro 'sculettavo troppo', ero addirittura 'troppo fr**io'. Ed ecco il risultato, sono stato preso alla sprovvista" e "scaraventato a terra". A parlare è Marco, un ragazzo di 19 anni, vittima di un'aggressione omofoba avvenuta in zona San Salvario a Torino. Il giovane si è confidato con il blog Lgbt "Bitchyf", lo stesso che pochi giorni fa ha portato alla luce il caso dello scontrino omofobo in un ristorante di Roma.

Il pestaggio si sarebbe consumato all’uscita della metro Marconi, intorno alle 23.30. Il giovane era con un’amica quando un gruppo di ragazzi ha iniziato ad insultarlo, ma "ad agire sono stati in due" e "le mani le ha alzate soprattutto uno".

Dopo aver ricevuto varie offese omofobe, Marco si è fatto coraggio e ha chiesto quale fosse il problema. Ma a quel punto, racconta un amico che era poco lontano, "l’aggressore lo ha colpito da dietro, facendolo cadere". Il giovane è stato quindi preso a calci e pugni e ha perso conoscenza quasi subito. Soltanto un'auto si è fermata caricandolo e trasportandolo in ospedale.

Il risveglio è stato amaro. Le botte gli hanno provocato la frattura di un piede e della clavicola, per cui è stato trasportato in ambulanza all'ospedale Cto e dimesso con una prognosi di un mese. Il caso, scrive TorinoToday, è ora al vaglio della questura, dove il giovane si è recato a sporgere denuncia il giorno dopo l'accaduto.

Il ragazzo è ancora scioccato per quanto gli è successo:

"Non potrò partire per il viaggio di maturità con i miei amici. L’ultimo viaggio con i compagni delle superiori e il primo per me fuori dall’Italia. Mi dispiace non potermi godere una meritata vacanza dopo tutto l’impegno e la fatica fatta in maturità e in generale quest’anno, tutto qui. L’importante è che io possa raccontare tutto questo, è ciò che cerco di ripetermi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione omofoba a Torino: "Mi hanno detto che sculettavo troppo, poi le botte"

Today è in caricamento