rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cosa è successo / Milano

I 20 minuti di follia del ragazzo che accoltella 6 passanti attorno alla Stazione Centrale

Rapine e aggressioni nelle vie attorno allo scalo ferroviario di Milano: sei feriti. Fermato un giovane di 23 anni. La ricostruzione

Una scia di violenza in poche centinaia di metri. Circa venti minuti di terrore nelle vie attorno alla Stazione Centrale di Milano. Sei persone sono state accoltellate: alcune donne durante una serie di rapine, e tre uomini per essere intervenuti in difesa di una delle vittime. A porre la parola fine alle scorribande di un 23enne marocchino, armato con un piccolo coltello, ci ha pensato la polizia. Gli agenti della sezione Nibbio dell'Ufficio prevenzione generale - i motociclisti delle volanti - hanno fermato l'uomo mentre tentava una quinta rapina contro una donna italiana di 44 anni.

Secondo quanto ricostruito dalla questura, il momento di follia che si è consumato nel pomeriggio di lunedì 6 marzo a Milano è cominciato alle 17.40. A quell'ora lo straniero avrebbe rapinato, nel sottopasso Mortirolo, una 39enne italiana facendo uso di un coltello per derubarla del telefono cellulare. Successivamente, in via Gluck, ha rapinato una cittadina salvadoregna di cellulare e tessera Atm, portata poi in codice verde all'ospedale Fatebenefratelli per una ferita alla mano. Poco dopo ha commesso un'altra rapina in via Sammartini. La vittima stavolta è una spagnola di 34 anni, derubata di 20 euro e del cellulare. La donna è stata trasportata poi in codice giallo al San Paolo per un trauma al volto.

Ecco allora che il 23enne mette a segno la più sanguinosa delle aggressioni: la quarta, alle 17.47, in viale Brianza. La 'preda' è un'italiana di 23 anni, andata in codice giallo al Policlinico. Depredata delle sue carte di credito mentre passeggia col fidanzato coetaneo. Oltre al ragazzo, intervenuto in suo soccorso, restano feriti un uomo di 57 e uno di 68 anni. Il 68enne, con una ferita da taglio a una spalla, finisce in codice rosso al Niguarda. Il 57enne, colpito a un braccio, va in rosso al San Carlo, mentre il fidanzato 23enne, ferito al torace, viene portato in codice giallo al Policlinico, così come la ragazza, ferita al collo.

Il giovane armato fugge lo stesso. E, non sazio, in via Venini tenta un'ultima rapina contro una 44enne. Ma si ritrova i poliziotti addosso. È irregolare, con un precedente del mese scorso per furto con strappo. Dopo il passaggio di rito in questura per lui si aprono le porte di San Vittore. È unanime la richiesta di maggiori controlli per l'area attorno al principale scalo ferroviario di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 20 minuti di follia del ragazzo che accoltella 6 passanti attorno alla Stazione Centrale

Today è in caricamento