rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Cronaca Frosinone

Alatri, caccia agli assassini di Emanuele: rissa tra gli amici che cercano di linciarli

Far West nel piccolo paesino del frusinate. Dopo l'omicidio del ventenne all'uscita di un locale notturno, un gruppo voleva farsi giustizia da solo ed era in cerca degli indagati a piede libero, mentre l'altro ha cercato in ogni modo di bloccarli

ALATRI (Frosinone) - Botte, parabrezza distrutti, calci e pugni ad auto, anche nel traffico. Una scena da Far West quella che si è vista nei pressi del bar Angel di Tecchiena di Alatri, dove si sono scontrati due gruppi di conoscenti di Emanuele Morganti, il giovane ucciso al termine di una rissa in un locale notturno. Un gruppo voleva farsi giustizia da solo ed era in cerca degli indagati a piede libero, mentre l'altro ha cercato in ogni modo di bloccarli.

A sedare la rissa è stato il tempestivo intervento dei carabinieri di Alatri che con tre pattuglie sono arrivati sul posto. Il bar è il punto di ritrovo degli amici di Emanuele e soprattutto è di proprietà della madre di Gianmarco, il ragazzo che venerdì notte ha cercato in ogni modo di strappare l'amico al barbaro massacro.

Emanuele Morganti, il giovane ucciso ad Alatri

La situazione ad Alatri è estremamente tesa, tanto che le famiglie degli indagati ed anche i familiari dei due arrestati hanno dovuto lasciare il paese. Stesso discorso anche per la scelta degli avvocati difensori. Ad Alatri nessuno dei professionisti forensi ha voluto accettare la difesa dei due proprio per una questione di rispetto verso il ragazzo deceduto ma anche e soprattutto per una questione di incolumità fisica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alatri, caccia agli assassini di Emanuele: rissa tra gli amici che cercano di linciarli

Today è in caricamento