Martedì, 3 Agosto 2021
Bloccato e arrestato / La Spezia

Alessandra Piga uccisa dall'ex marito: "Voleva 200 euro per nostro figlio"

La donna è stata accoltellata sabato scorso a Castelnuovo di Magra, in provincia di La Spezia. Aveva 25 anni

Foto di repertorio Ansa

"Voleva 200 euro per nostro figlio, ho perso la testa". L'avrebbe accoltellata, uccidendola, per non darle qualche centinaio di euro che l'ex moglie gli aveva chiesto per mantenere il figlio di due anni che avevano in comune. È quanto emerso dall'interrogatorio in carcere di Yassine Eroum, il 29enne magrebino autore dell'omicidio dell'ex compagna Alessandra Piga, 25enne di Maracalagonis, in provincia di Cagliari.

La donna è stata uccisa sabato scorso al culmine di una lite in una villetta a Castelnuovo di Magra, in provincia di La Spezia, dove viveva. Secondo le dichiarazioni dell'uomo, in quella villetta la mattina del 12 giugno sono arrivate Alessandra, la donna che da qualche mese la ospitava, e la nuova compagna di Yassine. Doveva essere un'occasione sia per far sì che il padre vedesse il bambino, sia perché la mamma avesse il denaro "per i pannolini e il latte". Ma l'uomo non ha voluto consegnare i soldi e le tre donne se ne sono andate.

Nel pomeriggio sono tornate, è nata una pesante discussione e il 29enne ha afferrato un coltello. Dopo averla uccisa, ha detto nel corso dell'interrogatorio, avrebbe anche tentato di togliersi la vita. I carabinieri, avvertiti dai vicini, erano intervenuti sul posto insieme ai vigili del fuoco, che hanno dovuto sfondare la porta d'ingresso. L'uomo, ancora in casa, aveva aggredito tre militari, poi è stato bloccato e arrestato. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessandra Piga uccisa dall'ex marito: "Voleva 200 euro per nostro figlio"

Today è in caricamento