Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Loris, la compagna del nonno: "Era con me quando è morto il bambino"

Andrea Stival, nonno del bambino, nelle cinque ore davanti al sostituto procuratore di Ragusa resta fermo sulla propria posizione: "Non l'ho ucciso io e non ho una relazione con Veronica". E la compagna conferma l'alibi

Veronica Panarello si trova nel carcere di Catania

Andrea Stival, nonno del piccolo Loris, ha ribadito la sua innocenza e ha negato ogni accusa della nuora, Veronica Panarello. La donna lo ha indicato come il suo amante e l'assassino di suo figlio. Durante l'interrogatorio, rivela il suo legale Francesco Biazzo, Andrea Stival ha "respinto ogni accusa per l'omicidio del piccolo Loris e quella infamante di avere una relazione con Veronica Panarello e ha fornito chiarimenti su quanto aveva già detto". 
 
A confermare la sua versione dei fatti è stata Andreina Fiorilla, la compagna di Andrea Stival, sentita come persona informata sui fatti sull'omicidio del bambino. La testimone avrebbe confermato l'alibi dell'uomo. Come già reso in precedenti dichiarazioni, avrebbe detto che Andrea Stival era con lei durante l'orario in cui il medico legale stima sia stato assassinato il piccolo Loris.

Il gup di Ragusa, Andrea Reale, davanti al quale si celebra il processo col rito abbreviato a Veronica Panarello per omicidio premeditato e occultamento di cadavere, ha concesso una proroga di quaranta giorni ai periti e ai consulenti di parte per redigere e consegnare la perizia psichiatrica sulla donna. Un ulteriore 'accesso' è previsto nelle prossime settimane nel carcere di Catania dove è detenuta. Poiché il processo è condizionato alla perizia, la prossima udienza prevista per il 17 marzo slitterà e sarà rinviata a data ancora da destinare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Loris, la compagna del nonno: "Era con me quando è morto il bambino"

Today è in caricamento