Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Belgio

Pasqua al tempo dell'Isis: in Italia rafforzata la sicurezza

In Italia l'allerta terrorismo resta a livello 2, quello subito precedente ad un attacco in corso, e Roma nell'anno del Giubileo straordinario si prepara ad affrontare un ulteriore rafforzamento delle misure di sicurezza

L'allerta terrorismo in Italia resta a livello 2, quello subito precedente ad un attacco in corso, e Roma, nell'anno del Giubileo straordinario, si prepara ad affrontare la Pasqua con un ulteriore rafforzamento delle misure di sicurezza e sorveglianza, e del numero degli uomini in campo, disposto all'indomani degli attacchi a Bruxelles. 

INTELLIGENCE EUROPEA - Mentre a livello internazionale si discute sulla prevenzione e la creazione di un'intelligence europea, fortemente spinta dal premier Renzi e dal ministro dell'Interno Alfano, nella capitale si schierano in campo ancora più uomini e si serranno i controlli per garantire la sicurezza delle festività pasquali. La settimana Santa 2016 inizierà infatti domani, con la Messa del Crisma celebrata da Papa Francesco alle 9.30, poi venerdì la via Crucis, la veglia del sabato e la messa della domenica di Pasqua.

ALLERTA - Sebbene l'allerta terrorismo sia rimasta invariata a 2, il Viminale, dopo gli attacchi a Bruxelles ha disposto il potenziamento di tutti i dispositivi di sicurezza sul territorio nazionale soprattutto nei confronti degli obiettivi sensibili, tra cui anche infrastrutture come aeroporti e stazioni ferroviarie, dove le misure di sicurezza sono state già elevate dopo gli attentati a Parigi. Dal Viminale sono subito partite disposizioni a tutte le prefetture e le questure per richiamare a una ulteriore attenzione sul presidio dei luoghi più esposti al rischio di attentati terroristici e per la intensificazione dei controlli sul territorio e in particolare sulle periferie di alcune città.

PASQUA A ROMA - Dopo gli attentati di Bruxelles, a Roma l'allerta sicurezza è ai "massimi livelli storici" in vista del fine settimana di Pasqua e gli impegni pubblici di Papa Francesco: nonostante le molte disdette dei turisti per la paura di attentati terroristici, saranno comunque migliaia i fedeli e i pellegrini, oltre ai comuni cittadini, che vorranno partecipare agli appuntamenti pasquali. Entrano infatti nel vivo da oggi, giovedì Santo, le celebrazioni per la Pasqua: i momenti clou saranno la Via Crucis di domani al Colosseo con il Papa (dalle ore 21.15), la Veglia pasquale nella Basilica Vaticana di sabato sera (dalle 20.30) e la benedizione "Urbi et Orbi" in Piazza San Pietro di domenica (ore 12).

I CONTROLLI - In Questura si è tenuto questa mattina un tavolo tecnico interforze dove sono state messe a punto le misure di sicurezza per il week-end: come già previsto dall'ordinanza Giubileo per gli eventi più importanti, e soprattutto alla luce degli attentati di Bruxelles, ci sarà un rafforzamento dei dispositivi - che saranno "ai massimi livelli storici" - anche info-investigativi di polizia e carabinieri. Nel tavolo tecnico è stata predisposta una pianificazione articolata che scatta da oggi e coprirà tutti gli eventi in programma fino al giorno di Pasquetta. Nelle aree maggiormente interessate - Basilica di San Pietro e Colosseo - verranno create aree di servizio volte per garantire le condizioni di massima sicurezza per i visitatori. In particolare per la Via Crucis di venerdì sera, spiega la Questura in una nota, sono stati predisposti diversi "step" di controllo con una prima area di prefiltraggio delimitata da transenne, poi una seconda di ulteriore controllo per accedere alla piazza del Colosseo. In ogni area saranno effettuate bonifiche con artificieri, unità cinofile anti-esplosivo e controlli con metal detector fissi e portatili.

AEROPORTI - Per quanto riguarda invece gli aeroporti - mentre a Fiumicino anche oggi è stato fatto brillare un bagaglio incustodito, uno zainetto che poi conteneva solo una macchina fotografica - il ministro dell'Interno Alfano ha annunciato che negli ingressi degli scali europei potrebbero essere introdotti dei controlli di sicurezza per ridurre al minimo i rischi di attentati terroristici. Da subito comunque sono stati rafforzati "i servizi di vigilanza dinamica, con uomini che girano in continuazione". Per quanto riguarda la sicurezza aerea sono stati anche diramati dei Notam per limitare i voli sulla capitale durante il ponte di Pasqua.

Intanto l'intelligence italiana lavora h24, come ha assicurato Alfano. E anche in Italia - ha detto il presidente del Copasir, Giacomo Stucchi - "si sta lavorando per individuare se esistono possibili cellule terroristiche".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasqua al tempo dell'Isis: in Italia rafforzata la sicurezza

Today è in caricamento