rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
L'allarme / Modena

"Dovete lasciare le case", gli sciacalli in azione nelle zone alluvionate

A Modena finti rappresentanti della Protezione civile invitano i cittadini a lasciare le abitazioni per poi svaligiarle. Il sindaco di Faenza: "Chi mette in giro fake news è uno stronz**"

Alluvione in Emilia Romagna: la diretta

Non solo l'alluvione, non solo il fango che distrugge ogni cosa. Adesso nell'Emilia Romagna ferita dal maltempo il rischio è anche quello degli sciacalli. Alla sala operativa della polizia locale di Modena sono arrivate segnalazioni da parte di residenti che denunciavano la presenza di persone che, nella tarda mattinata di oggi 17 maggio, si sono qualificate come Protezione civile invitando a lasciare le abitazioni. 

Al momento invece non esiste nessun invito in questo senso. Le forze dell'ordine stanno lavorando per identificare gli autori di questo "evidente tentativo di sciacallaggio", che aveva probabilmente l'obiettivo di aver campo libero per mettere a segno furti nelle case.

Ai residenti nelle zone colpite dall'alluvione viene chiesto ancora una volta di informarsi solo attraverso i canali ufficiali delle forze dell'ordine e delle istituzioni locali e nazionali.

Oltre ai tentativi di sciacallaggio, in alcuni territori sono circolate notizie false che hanno messo in allarme i cittadini e creato disagi ai soccorritori. È il caso per esempio di Cesena. "Sta circolando sui social un messaggio in cui si dice che è stata aperta la diga di Quarto e che arriverà un'onda di un metro e mezzo nei fiumi - racconta il sindaco di Cesena, Enzo Lattuca.-. La situazione non è questa: la gestione della diga di Quarto che è in capo a Enel non ha e non produce effetti sulla piena del Savio. Questo messaggio è la classica fake news. Chi diffonde 'fake news' e mette in circolo notizie non vere - tuona - si può definire solo in un modo: uno stron**". 

Continua a leggere su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dovete lasciare le case", gli sciacalli in azione nelle zone alluvionate

Today è in caricamento