rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
dopo 16 anni

Amanda Knox incontra il pm che voleva condannarla per l'omicidio di Meredith Kercher

L'americana e l'ex pm del caso Meredith Kercher, Giuliano Mignini, si sono abbracciati a distanza di 16 anni dal terribile delitto che sconvolse la città di Perugia

Amanda Knox e l'ex pm del caso Meredith Kercher, Giuliano Mignini, si sono abbracciati a distanza di 16 anni dal terribile delitto che sconvolse la città di Perugia. Mignini, ormai magistrato in pensione, è colui che ha tenuto in piedi l'accusa tentando di far condannare all'ergastolo la studentessa americana. Knox, assolta in via definitiva perché non sono state trovate prove schiaccianti, si è rifatta una vita. Lo scorso 17 giugno 2022 la studentessa americana è tornata a Perugia e ha voluto incontrare colui che voleva condannarla. Un incontro confermato dallo stesso Mignini che rivela: "Ci siamo abbracciati, ora Amanda è un'altra persona".

I due sono diventati amici. Tuttavia, il sostituto procuratore che investigò su Amanda non cambia idea sul caso, né rinnega le sue conclusioni processuali. 

I dettagli di questo incontro inaspettato arrivano dalla ristampa del libro del magistrato "Caso Meredith Kercher - una vicenda giudiziaria tra due continenti". La cittadina americana, stando a quanto si legge nel testo, avrebbe voluto incontrare il suo accusatore molto tempo prima, ma lui ha scelto di aspettare il pensionamento. L’occasione è arrivata così lo scorso giugno, quando la donna da Seattle è tornata a Perugia, dove ha visto Raffaele Sollecito e, appunto, Mignini. A fare da mediatore don Saulo Scarabattoli, il sacerdote del carcere in cui è stata rinchiusa Amanda.

Ci sarebbero delle spiegazioni "psicologiche" dietro la volontà della Knox di incontrare l'ex procuratore. "Credo avesse bisogno di parlare con l'uomo che l'ha ritenuta colpevole, di resettare quel dolore. Nonostante io fossi il pm lei sentiva di potersi fidare di me", precisa Mignini. L'ex procuratore non fa quindi un passo indietro dalla sua conclusione processuale e, anzi, avrebbe tentato di far comprendere alla Knox che il quadro emerso dal processo sia tutt’altro che inquadrabile in errore giudiziario, senza però riuscire a convincerla.

I due hanno cenato in un ristorante alla periferia di Perugia, presenti anche il marito e la figlia di Amanda: "La donna che ho incontrato non ha niente a che fare con la ragazza di allora. Tra noi è nato un nuovo rapporto, ci scriviamo e lei mi manda le foto della bimba e gli auguri nel giorno del Ringraziamento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amanda Knox incontra il pm che voleva condannarla per l'omicidio di Meredith Kercher

Today è in caricamento