rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
CRONACA

Conti correnti e carte di credito: addio segreti col Fisco

L'Agenzia delle Entrate ha varato ufficialmente l'anagrafe dei conti: si comincia con i movimenti del 2011, da comunicare entro il 31 ottobre 2013

ROMA - Per favorire la lotta all'evasione fiscale arriva l'anagrafe dei conti correnti. Il direttore dell'Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, ha infatti firmato la circolare attuativa per l'invio da parte degli operatori dei dati sui conti e sui depositi di tutti i contribuenti.

Banche, Poste e società di gestione e intermediazione del risparmio dovranno comunicare entro il prossimo 31 ottobre all'Agenzia delle Entrate tutti i dati sui conti correnti, le movimentazioni degli stessi, gli investimenti, l'utilizzo delle carte di credito e perfino delle cassette di sicurezza riferiti al 2011.

La prima scadenza è appunto quella del 31 ottobre 2013, data entro la quale devono essere trasmessi i dati relativi al 2011; la seconda è il 31 marzo 2014 per i dati del 2012. Poi entro il 20 aprile successivo quelli del 2013.  

La lotta all'evasione potrà utilizzare così un nuovo strumento. Manca solo l'indicazione relativa ai controlli sui conti scudati, quelli che nel passato hanno utilizzato la sanatoria per il rimpatrio e la regolarizzazione di fondi esportati illegalmente all'estero. Ma una nota aggiuntiva - assicurano i tecnici - arriverà a giorni.

Le nuove norme, in linea con le indicazioni dell'Autorità Garante per la protezione dei dati personali, utilizzano per l'integrazione dell'archivio dei rapporti finanziari, il Sid (Sistema di Interscambio flussi Dati), nuovo canale di trasmissione di dati dell'Agenzia delle Entrate. Ogni singolo operatore finanziario deve avviare la procedura di registrazione al Sid secondo le modalità descritte sul sito Internet dell'Agenzia delle Entrate. Il canale Sid prevede l'interconnessione application-to-application tra sistemi informativi e apposite misure di sicurezza di natura tecnica e organizzativa.

I dati da trasmettere con la comunicazione integrativa annuale sono quelli identificativi del rapporto finanziario, quelli relativi ai saldi iniziali e finali del rapporto riferiti all'anno interessato dalla comunicazione e i dati degli importi totali delle movimentazioni distinte tra dare e avere per ogni tipologia di rapporto, conteggiati su base annua.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conti correnti e carte di credito: addio segreti col Fisco

Today è in caricamento