rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Femminicidio / Padova

Chi è Andrea Favero, l'uomo fermato per l'omicidio di Giada Zanola volata dal ponte sulla A4

L'uomo è sotto accusa per omicidio volontario aggravato. Avrebbe spinto la madre di suo figlio giù da un cavalcavia. Cosa è emerso dalle indagini

Gli anni insieme, la nascita di un figlio, poi la crisi, le litigate fino alla tragedia: lui che spinge la compagna giù da un cavalcavia dell'autostrada uccidendola. Questo è, secondo gli inquirenti, quello che è accaduto tra Giada Zanola e Andrea Favero. Lei è stata trovata morta alle 3.30 del 29 maggio sulla carreggiata dell'autostrada A4 direzione Milano. Da alcune ore lui è in carcere con l'accusa di omicidio volontario. Cosa sappiamo di Giada Zavola e Andrea Favero.

Giada Zanola caduta dal cavalcavia sull'autostrada: non è suicidio, fermato per omicidio il compagno Andrea Favero

Chi sono Giada Zanola e Andrea Favero

Giada ha 34 anni, è mamma di un bimbo di tre anni. È della provincia di Brescia ma vive a Vigonza col compagno e padre di suo figlio Andrea Favero. Viene trovata morta alle 3.30 del 29 maggio sulla carreggiata dell'autostrada A4 direzione Milano, in corrispondenza del cavalcavia in località Vigonza. Quando il corpo è precipitato sull'asfalto alcune auto sono riuscite a evitarlo, non è riuscito a fare lo stesso un mezzo pesante.

Il cavalcavia dov'è avvenuto il dramma

Inizialmente si ipotizza il suicidio. Come da prassi si ricostruiscono le ultime ore di vita della vittima, si sentono i familiari. La polizia parla con Andrea Favero. Lui di anni ne ha 39 e lavora come camionista. Tante contraddizioni nelle sue parole, troppe, che unite all'analisi delle immagini delle telecamere puntate sul tratto della A4 portano alla svolta: non è suicidio ma femminicidio. Scatta il fermo per l'uomo. 

giada zanola facebook

Messo alle strette, Favero avrebbe fatto delle parziali ammissioni. Avrebbe parlato di una relazione ormai in crisi e della paura di non poter più vedere il figlio di tre anni avuto con Giada.

La scorsa notte tra i due ci sarebbe stata una lite più accesa del solito. Iniziata in casa e proseguita fuori, fino al cavalcavia dell'autostrada A4, che dista poco meno di un chilometro dall'abitazione della coppia. Favero secondo la ricostruzione degli inquirenti avrebbe volontariamente spinto giù Giada. L'accusa è omicidio volontario aggravato. 

Zaia: "Femminicidi sono inaccettabili"

"Stiamo seguendo la vicenda in contatto con le forze dell'ordine che stanno svolgendo le indagini - dice il sindaco di Vigonza Gianmaria Boscaro -. Esprimiamo anche un pensiero di affetto al piccolo al quale come amministrazione assicuriamo ogni aiuto e sostegno che sarà necessario. In questa vicenda c'è poi una triste coincidenza: proprio pochi giorni fa l'assessore sociale Sabrina Boscaro aveva pubblicato e diffuso i numeri da contattare a disposizione delle donne vittime di violenza, perché ci sono ancora troppe situazioni di difficoltà e di donne vittime di violenza e di abusi che non vengono denunciati o segnalati per paura o per timore e questa cosa non possiamo accettarla".

"Dobbiamo dirlo con fermezza, insegnandolo a tutti, dai bambini fino agli adulti: la violenza sulle donne è un crimine orrendo. Siamo di fronte a una catena di sangue che non dobbiamo e non vogliamo considerare interminabile", dice il presidente del Veneto, Luca Zaia. "Se confermato - premette Zaia - siamo nuovamente a confrontarci con una morte inquietante che rilancia ancora una volta interrogativi profondi e ci impone di mantenere alta una riflessione sociale che superi la cronaca e impedisca di abituarci alla cruda realtà di simili tragedie. Esprimo i sentimenti di vicinanza ai familiari, alle amiche e agli amici in questa sofferenza, in particolare penso al piccolo figlio di tre anni che ha perso la mamma e, di fatto, la famiglia. Con la morte di Giada - conclude Zaia - il Veneto è di nuovo in lutto, come nei giorni di Giulia, Vanessa, Sara e di altre ancora prima di loro. Potrebbe essere il quarto femminicidio solo nei pochi mesi a cavallo tra l'anno scorso e questo; una contabilità inaccettabile che fa accapponare la pelle e indignare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi è Andrea Favero, l'uomo fermato per l'omicidio di Giada Zanola volata dal ponte sulla A4

Today è in caricamento