rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Il punto sulle indagini / Ancona

"Aiutami a sparire": le ultime chat di Andreea, scomparsa da un mese

La 27enne aveva partecipato a una festa in un casolare, poi più nulla. Gli investigatori si stanno concentrando sullo smartphone della ragazza: alcuni messaggi sarebbero stati cancellati nei giorni successivi alla sua scomparsa

Che fine ha fatto Andreea Rabciuc? La 27enne, campionessa romena di tiro a segno, è scomparsa nella notte tra l'11 e il 12 marzo scorso in una zona di campagna tra la frazione Moie di Maiolati Spontini e Montecarotto (Ancona) dopo aver partecipato ad una festa che si è tenuta in un casolare. Da allora di lei non si ha nessuna notizia. Quella notte Andreea e il suo compagno, Simone, avevano litigato. Così almeno ha raccontato il proprietario dell'immobile da dove tutto è partito: "Litigavano continuamente, lei stava in silenzio però. A un certo punto non vedevo l'ora che se ne andassero. Sabato mattina, saranno state le 7, ho visto la ragazza che si allontanava verso la strada. Il fidanzato però si era tenuto il cellulare di Andreea". La ragazza quella sera avrebbe anche scritto dei messaggi al suo ex. 

Il telefono sequestrato dagli inquirenti

Le ipotesi sono molteplici e tutte al vaglio degli investigatori. Inizialmente, come confermato dagli stessi carabinieri, si era pensato ad un allontanamento volontario. Ora però, giorno dopo giorno, si fa strada uno scenario differente e sicuramente più fosco. Al vaglio degli inquirenti ci sono anche alcune chat registrate sullo smartphone della 27enne. Il telefonino della giovane è stato sequestrato dai carabinieri dopo che il fidanzato della ragazza scomparsa lo ha tenuto per un giorno e mezzo prima di restituirlo alla madre. "Me lo ha messo lei in tasca, non sono stato io a prenderle il cellulare" si è giustificato il compagno di Andreea, Simone, incalzato dalle domande dell'inviata di "Chi l'ha Visto?".

I messaggi all'ex: "Aiutami a scomparire"

A svelare le ultime chat di Andreea, ricostruisce Francesco Benigni su AnconaToday, era stato Daniele, l'ex fidanzato che l'avrebbe dovuta accompagnare a casa la mattina del 12 marzo. Andreea parlava di diventare finalmente libera: "Per stasera rimango qui ma da domani sono libera e possiamo fare quello che vogliamo. Poi però (riferito a Daniele, ndr) mi aiuti a scomparire e a non far sapere dove sono". Dalle indagini è emerso che alcuni numeri di telefono e messaggi sarebbero stati cancellati dal dispositivo. 

Altro materiale per gli investigatori che stanno ricostruendo le ultime ore di Andreea all'interno del casolare di via Montecarottese. Per il resto oggi ripartiranno le ricerche con la protezione civile. Nelle scorse ore sono stati i sommozzatori dei vigili del fuoco a setacciare i laghetti presenti nella zona. Di Andreea però nessuna traccia. Le telecamere della stazione di servizio, poco distante dal casolare, avrebbero potuto aiutare i carabinieri ma la videosorveglianza è rimasta offline per circa 3 giorni a causa di un malfunzionamento. Ricerche partite in ritardo, il cellulare trattenuto dal fidanzato per due giorni ed il silenzio dei residenti, che giurano di non aver mai visto la ragazza. Tutti elementi che, purtroppo, rendono il giallo di Andreea sempre più complicato da risolvere. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aiutami a sparire": le ultime chat di Andreea, scomparsa da un mese

Today è in caricamento