Domenica, 28 Febbraio 2021
Persone scomparse

Anna Fasol è stata ritrovata a Roma: si chiude il caso della mamma scomparsa nel nulla

La donna è stata rintracciata in un centro di accoglienza della Croce Rossa Italiana: se n'era andata volontariamente per riflettere su come affrontare alcuni problemi di natura privata

Anna Fasol

Era scomparsa nel primo pomeriggio di lunedì 30 luglioAnna Fasol, 59enne residente a Cittadella, in provincia di Padova, è stata rintracciata a a Roma, in un centro di accoglienza della Croce Rossa Italiana, come racconta PadovaOggi. La 59enne è stata ritrovata nella Capitale nel tardo pomeriggio di domenica 12 agosto dai carabinieri di Cittadella, dopo 14 giorni di ininterrotte ricerche. 

Lo scorso 30 luglio Anna Fasol aveva salutato il marito per allontanarsi a bordo della sua autovettura senza fare più rientro né dare alcuna notizia. 

La sua Mercedes Classe A era stata subito ritrovata nel parcheggio della stazione ferroviaria di Cittadella: a quel punto sono continuate le ricerche a largo raggio (effettuate da carabinieri del luogo, vigili del fuoco e Protezione Civile con i propri volontari) nelle aree in cui la donna era stata vista per l’ultima volta, ma senza esito. Le indagini non hanno escluso nessuna pista, ma con il trascorrere dei giorni è apparsa sempre più chiara l’ipotesi di un allontanamento volontario.

Le segnalazioni

Negli ultimi giorni, però, due segnalazioni giunte da Roma (la prima nelle vicinanze dell’aeroporto di Ciampino e la seconda nei pressi della facoltà di ingegneria dell’università) hanno consentito di concentrare le ricerche sulla Capitale. Inoltre, dato che la donna si era allontanata da casa senza una particolare disponibilità finanziaria al seguito, gli investigatori hanno contattato varie case di accoglienza e centri senza scopo di lucro che si occupano di fornire un sostegno alle persone in difficoltà.

Il ritrovamento

La svolta nel pomeriggio di domenica 12 agosto: Anna Fasol è stata rintracciata, in buone condizioni di salute, in un centro di accoglienza della Croce Rossa Italiana a Roma. La donna, individuata da alcuni carabinieri di Cittadella che per tale scopo si erano trasferiti nella capitale, ha acconsentito di essere riaccompagnata dai propri familiari, precisando di essersi allontanata da casa volontariamente e senza alcuna costrizione allo scopo di ritagliarsi alcuni giorni di riflessione per capire come meglio affrontare alcuni problemi di carattere prettamente privato. I familiari hanno quindi potuto riabbracciare nuovamente la propria congiunta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anna Fasol è stata ritrovata a Roma: si chiude il caso della mamma scomparsa nel nulla

Today è in caricamento