rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Anniversari

Nassiriya, dieci anni fa la strage dei soldati italiani

Era il due novembre di dieci anni fa quando la base Maestrale del contingente italiano fu attaccata da un camion e da un'autobomba. Nell'attentato morirono diciannove italiani fra carabinieri e militari dell'esercito

ROMA - Alle 8:45 la notizia arrivò in Italia. Potente come un'esplosione, devastante come la morte. Un camion bomba era appena esploso dentro il recinto della Maestrale, una delle basi del contingente italiano in Iraq. Era il 12 novembre del 2003, dieci anni fa, e morirono ventotto persone: diciassette militari e due civili italiani, nove civili iracheni. 

A Nassiriya, l'orologio segnava le 10:45 quando un camion riuscì a forzare il posto di blocco all'entrata della base, proseguendo la sua corsa fino alla palazzina di tre piani che ospitava il dipartimento logistico italiano e provocando una sparatoria. Dietro al camion, però, fece irruzione anche un'autobomba, finendo la sua corsa con una violenta e devastante esplosione. 

Alla fine della giornata il bilancio fu tragico: dodici carabinieri, quattro soldati dell'esercito e due civili italiani uccisi. Nove civili iracheni morti, una ventina di italiani rimasti feriti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nassiriya, dieci anni fa la strage dei soldati italiani

Today è in caricamento