rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Tragico esito / Treviso

Era scomparsa da una settimana: ritrovato il corpo di Antonella Bortolatto

Il cadavere della casalinga, 66 anni, residente a Silea, è stata ritrovato non distante da un'azienda di strada della Serenissima. Sulle sue tracce, da giorni, i vigili del fuoco, i volontari della protezione civile e i carabinieri

È stato ritrovato poco dopo le 9 di stamattina circa, 6 aprile, non distante dalla ditta "Cenedese" in via della Serenissima a Silea (Treviso), il corpo senza vita di Antonella Bortolatto, ex infermiera professionale di 66 anni (in passato ha lavorato nella Ulss veneziana) che risultava scomparsa dallo scorso 30 marzo. Il rinvenimento è stato eseguito da un dipendente del Comune che stavano eseguendo un sopralluogo non distante dall'azienda di logistica. I carabinieri, vigili del fuoco e protezione civile stavano battendo palmo a palmo il territorio da giorni. 

Il cadavere, rannicchiato a bordo strada, in una via senza uscita che si trova sul retro della rotatoria del Burger King, non presenta segni di violenza ed è dunque impossibile per ora stabilire l'esatta causa della morte, sopraggiunta da non più di 8-9 ore secondo quanto accertato dal Suem 118. La 66enne indossava ancora la mascherina anti-Covid-19 e sembra che la morte l'abbia colta nel sonno. A stroncarla potrebbe essere stato un malore improvviso. La Procura di Treviso ha deciso di far svolgere un esame esterno della salma, per fugare ogni dubbio. Non è chiaro da quanti giorni il corpo si trovasse li.

A denunciare la scomparsa di Antonella è stato il marito, Claudio: i coniugi si erano trasferiti a Silea da una quindicina di giorni. In precedenza avevano vissuto in viale della Repubblica a Treviso e ancor prima ancora a Silea. La donna indossava scarpe basse e un giubbotto dal colore rosso, pantaloni scuri, scarpe basse scure e aveva una borsa da donna neraa. La Prefettura di Treviso aveva subito avviato il piano di protezione civile per la ricerca delle persone scomparse. Le ricerche si erano concentrate inizialmente sulla zona della Restera, e del fiume Sile, del fiume Melma, nei terreni agricoli, nella zona della "Chiari e Forti". Utilizzato anche un elicottero che ha sorvolato la zona dall'alto oltre ai cani molecolari, con cui si sono battute le zone di campagna.

"Spero abbia un pò di pace - commenta il sindaco di Silea, Rossella Cendron - c'è grande rammarico per non averla potuto trovare in vita, abbiamo battutto il territorio tutti i giorni, evidentemente girava nela zona, esprimo cordoglio per il marito e tutto il supporto che possiamo dare come servizi alla persona. È stato attivato tutto il possibile. Spiace perchè c'è del disagio dietro questo allontanamento". 

Antonella Bortolatto 2-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Era scomparsa da una settimana: ritrovato il corpo di Antonella Bortolatto

Today è in caricamento