rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Napoli

È morta Antonella Iaccarino bruciata viva dal vicino di casa "per come stendeva le lenzuola"

È morta dopo oltre un mese di agonia Antonella Iaccarino, la 48enne di Quarto, cosparsa di benzina e data alle fiamme al termine di una lite condominiale da Francesco Riccio

Uccisa perché dava fastidio come aveva steso un lenzuolo del suo bucato. Antonella Iaccarino, 48 anni, la donna che il vicino di casa a Quarto, nel Napoletano, aveva cosparso di benzina per poi appiccare il fuoco lo scorso 5 settembre, è morta nel reparto gradi ustionati del Cardarelli di Napoli per le conseguenze delle gravi ferite riportate. La sua salma è stata sequestrata, a disposizione della magistratura per gli esami autoptici.

Francesco Riccio, l'uomo di 53 anni già noto alle forze dell'ordine e arrestato quel giorno stesso per tentato omicidio aggravato da futili motivi, vede ora complicarsi la sua situazione giudiziaria, dovendo rispondere così di omicidio.

Riccio aveva anche incendiato la vettura di Antonella Iaccarino prima di infierire su di lei, causandole ustioni di terzo grado suo 50% del corpo. Tra i due c'erano questioni condominiali irrisolte legate anche a questo lenzuolo messo ad asciugare secondo l'uomo in modo da ostruite il box dove parcheggiava l'auto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morta Antonella Iaccarino bruciata viva dal vicino di casa "per come stendeva le lenzuola"

Today è in caricamento