rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca Salerno

Antonio è stato ucciso con sei coltellate: il killer ha confessato

Il giovane di  Buonabitacolo, scomparso da una settimana, è stato trovato senza vita nel pomeriggio di sabato 14 aprile.Il delitto per un modesto quantitativo di marijuana

Antonio Alexander Pascuzzo, il ragazzo di 18 anni trovato senza vita sabato 14 aprile nel torrente Peglio, nel salernitano, è stato ucciso con sei coltellate. Sono i primi risultati emersi dopo l'esame esterno sul corpo del giovane, il cui decesso risalirebbe almeno a diversi giorni prima del ritrovamento. La salma è stata trasportata, dunque, presso l'ospedale “Luigi Curto” di Polla: è stata già fissata l’autopsia per lunedì 16 aprile.

Il killer ha confessato

Dopo un lungo interrogatorio durato tutta la notte, K.L., 18enne di Buonabitacolo, apprendista macellaio di origini polacche, ha confessato in queste ore di aver ucciso, con sette coltellate sul torace e sul dorso, Antonio Pascuzzo. L 'omicidio è stato consumato nella sera stessa della scomparsa del giovane. I carabinieri di Sala Consilina hanno appurato che l'assassino, con un coltello, per impossessarsi di un modesto quantitativo di marijuana, ha accoltellato Pascuzzo per poi trascinarlo esanime, per circa 50 metri, e gettarlo da un dislivello di circa 5 metri, sul greto del corso d’acqua dove poi è stato ritrovato. La salma sarà sottoposta ad esame autoptico nella giornata di domani.

Il cordoglio del sindaco di Buonabitacolo 

Ecco il messaggio del sindaco di Buonabitacolo Giancarlo Guercio: "Tentare di raccogliere i pensieri dopo un pomeriggio come quello appena vissuto è una impresa immane. Pensare che in un piccolo paese come il nostro possa consumarsi un omicidio così violento ed efferato - che anche il Procuratore Russo ha definito gravissimo - è una condizione che sconcerta. Tramortisce l'accanimento violento, destabilizza l'idea stessa che a Buonabitacolo si possano verificare casi del genere. Ho visto la paura negli occhi dei miei concittadini. Oggi siamo purtroppo chiamati a vivere questo ulteriore dolore. Le domande che ci si pone sono davvero tante, troppe. Va intrapresa un'azione seria, senza demagogia o scusanti. Ognuno deve fare la sua parte, io per primo. E lo faremo. Sono vicino alla famiglia Pascuzzo, sono vicino agli amici e a tutti i miei concittadini. Il mio ultimo e più profondo pensiero va al giovane Antonio Alexander che, dopo una vita di peregrinazioni e sofferenze, ha trovato quel tipo di morte qui da noi".

La notizia su SalernoToday

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antonio è stato ucciso con sei coltellate: il killer ha confessato

Today è in caricamento