Giovedì, 25 Febbraio 2021

Anziana uccisa in casa, arrestato un vicino: "Voleva i soldi per giocare alle slot"

Svolta nel caso di Emma Grilli, l'85enne trovata morta a Chiaravalle, nell'Anconetano

I carabinieri sul luogo del delitto

Dopo 10 giorni di indagini, i carabinieri del Nucleo Investigativo di Ancona insieme ai colleghi di Jesi hanno eseguito l’arresto della persona che, secondo gli inquirenti, è il responsabile dell’omicidio di Emma Grilli, l’85enne di Chiaravalle trovata morta in casa dal marito con una coltellata alla gola.

Il compagno della donna, tornando da fare la spesa, aveva trovato la casa a soqquadro e la moglie senza vita. L'uomo era stato poi portato in caserma per essere interrogato: è del tutto estraneo al delitto. 

Come riferisce AnconaToday, dopo le analisi del Ris sul luogo del delitto e una serie di serrati interrogatori, gli investigatori avrebbe individuato il presunto assassino.

Si tratta di Maurizio Marinangeli, 61 anni, vicino di casa di Emma, al quarto piano della palazzina al civico 19 di via Verdi. Per lui, mancando i presupposti dell'arresto in flagranza, è scattata la misura cautelare in carcere e adesso il Gip ha 5 giorni per interrogare l'indagato.

Aveva problemi di ludopatia

L’uomo, aiuto cuoco in un pub della zona, con gravi problemi di ludopatia che lo avevano tenuto in una comunità di recupero a Castelplanio dallo scorso autunno fino a fine aprile. Marinangeli aveva un tutore finanziario che gli erogava poco denaro al giorno. Il vizio però gli era rimasto e la ricerca di denaro da spendere in slot era spasmodica e quotidiana. È proprio per denaro che, secondo i carabinieri, Marinangeli è sceso al piano di sotto per bussare alla porta di Emma.

Sempre seconda la ricostruzione l’anziana, guardinga è abituata a non aprire a estranei e sempre con il catenaccio alla porta, vedendo un viso noto lo ha fatto accomodare. Lui gli avrebbe chiesto denaro e, al diniego di lei, è scattato brandendo un coltello della cucina della donna, aggredendola. In casa sono state trovate tracce di sangue anche nel lavandino del bagno (segno che il killer si è lavato le mani) e cassetti rovistati in fretta. 

Continua a leggere su AnconaToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziana uccisa in casa, arrestato un vicino: "Voleva i soldi per giocare alle slot"

Today è in caricamento