rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Caso armi chimiche

Armi chimiche a Gioia Tauro: "Rischio guerra civile"

Non si placa la rabbia delle autorità calabresi dopo la decisione del governo di far approdare a Gioia Tauro la nave danese con a bordo le armi chimiche siriane. Scopellitti: "Rischio guerra civile sul territorio"

ROMA - Le armi chimiche siriane arriveranno al porto di Gioia Tauro. A chiudere ogni discussione ci hanno pensato Emma Bonino e il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Maurizio Lupi che hanno chiarito come l'approdo per la nave danese che trasporta le armi sarà la cittadina calabrese. 

Il carico - hanno precisato i ministri - non toccherà mai il territorio italiano e nel giro di due giorni sarà completamente trasferito dalla nave danese a quella americana che si occuperà poi di distruggere le armi. Nonostante ciò, e nonostante l'Italia sia "costretta" a partecipare all'operazione per gli accordi siglati in Europa, è arrivata durissima la reazione delle autorità calabresi. 

Il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, ha paventato il rischio di "guerra civile sul territorio. Letta e Bonino hanno grandi responsabilità su quanto sta accadendo oggi nella nostra terra: prima di qualsiasi assenso - ha denunciato - avrebbero dovuto coinvolgere le istituzioni locali".

Un assenza di comunicazione lamentata anche dal primo cittadino di Gioia Tauro, Renato Bellofiore. "A me non hanno comunicato nulla di ufficiale ma comunque sarebbe grave. Mettono a repentaglio la mia vita. Se succede qualcosa la popolazione mi viene a prendere con un forcone". 

"Adesso, come minimo - ha provocato il sindaco -il ministro Bonino dovrebbe venire qui a parlare con le istituzioni e poi essere presente alle operazioni. Una scelta del genere crea discredito nelle istituzioni. E tra l’altro, qui - ha aggiunto - c’è un sindaco del Pd che non viene informato da un governo di centrosinistra". 

Ma non solo. Il primo cittadino di San Ferdinando, il comune sotto il quale ricade la maggioranza delle banchine sta pensando di chiudere lo scalo:"Stiamo valutando di emettere un’ordinanza per chiudere il porto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armi chimiche a Gioia Tauro: "Rischio guerra civile"

Today è in caricamento