Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca Livorno

Arrestata infermiera dell'ospedale di Piombino: è accusata di 13 omicidi

La donna, infermiera professionale, è ritenuta responsabile del reato di omicidio volontario continuato, negli anni 2014 e 2015, nei confronti di 13 pazienti

E' pesantissima l'accusa con cui è stata arrestata un'infermiera di Piombino, in provincia di Livorno.

La donna, infermiera professionale di 55 anni originaria di Savona, è ritenuta responsabile del reato di omicidio volontario continuato, avvenuto negli anni 2014 e 2015, nei confronti di 13 pazienti tutti ricoverati, a vario titolo e per diverse patologie, presso l'Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell`Ospedale civile di Piombino.

Nella tarda serata di ieri i Carabinieri del NAS di Livorno coadiuvati da militari del comando provinciale, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. L'operazione, denominata "Killer in corsia", si è conclusa nella tarda serata di ieri anche con una perquisizione.

Secondo l'accusa l'infermiera uccideva i pazienti somministrando farmaci. Un farmaco non previsto dalle terapie prescritte ai pazienti: sarebbe stata questa "l'arma" usata per uccidere. Il medicinale non figurerebbe nei piani terapeutici dei pazienti dell'ospedale toscano. Dopo l'arresto la donna è stata trasferita nel carcere di Pisa.

CARABINIERI IN OSPEDALE: GUARDA IL VIDEO

nas livorno-3

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestata infermiera dell'ospedale di Piombino: è accusata di 13 omicidi

Today è in caricamento