Lara Comi agli arresti domiciliari: di che cosa è accusata l'ex eurodeputata di Forza Italia

Sono stati i militari della Guardia di Finanza a notificare a Comi, Orrigoni e Zingale - già coinvolti nel primo filone dell'inchiesta "Mensa dei poveri", per il quale lo scorso 30 settembre sono state chiuse le indagini per 71 indagati - un'ordinanza di custodia cautelare

Lara Comi in una foto di repertorio Ansa

Arresti domiciliari per l'ex parlamentare di Forza Italia, Lara Comi, e l'imprenditore Paolo Orrigoni, titolare della catena di supermercati Tigros ed ex candidato leghista a sindaco di Varese. In carcere Giuseppe Zingale, ex direttore dell'Agenzia per il lavoro Afol. 

Sono stati i militari della Guardia di Finanza di Milano e Varese a notificare ai tre - già coinvolti nel primo filone dell'inchiesta "Mensa dei poveri", per il quale un mese e mezzo fa sono state chiuse le indagini per 71 indagati - un'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Raffaella Mascarino. Le accuse, a vario titolo, sono corruzione, finanziamento illecito e truffa.

I pm Silvia Bonardi, Luigi Furno e Adriano Scudieri, coordinati dal capo della Dda del capoluogo lombardo Alessandra Dolci, contestano numerosi capi di imputazione.

Lara Comi arrestata (ai domiciliari): le accuse

Un primo aspetto della vicenda riguarda l'accusa di corruzione per la consulenza a favore di un avvocato incassata da Afol: 38mila euro per un doppio contratto, in parte (10mila euro) secondo le accuse dirottata a Comi. Per questa specifica vicenda è finito in carcere l'ex direttore Giuseppe Zingale.

L'ex eurodeputata forzista deve rispondere poi di due imputazioni di truffa ai danni del Parlamento europeo. Sotto la lente d'ingrandimento degli inquirenti il denaro retrocesso a Comi da un giornalista, suo addetto stampa, a cui Comi aveva aumentato lo stipendio (da mille a tremila euro mensili) per incassarne poi duemila ogni mese secondo le accuse.

Altra presunta truffa è invece relativa a un contratto fittizio di consulenza per un collaboratore al Parlamento europeo. Gli ultimi due capi di imputazione sono relativi a un finanziamento illecito e a fatture false.

Orrigoni, che era già indagato, deve rispondere dell'accusa di corruzione per una presunta tangente per ottenere una modifica al Pgt di Gallarate, sull'area dove vi era il progetto di apertura di un nuovo supermercato

Chi è Lara Comi

Lara Comi è stata eurodeputata al Parlamento europeo dal luglio 2009 al giugno 2019

"Dall'esame degli elementi indiziari (...) emerge la peculiare abilità che l'indagata Comi ha mostrato di aver acquisito nello sfruttare al meglio la sua rete di conoscenze al fine di trarre" dal ruolo pubblico "di cui era investita per espressione della volontà popolare il massimo vantaggio in termini economici e di ampliamento della propria sfera di visibilità". Lo scrive il gip di Milan Raffaella Mascarino nell'ordinanza di arresto per l'ex europarlamentare e altri due.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Loredana Bertè: "Abbiamo nascosto in soffitta Mimì per un anno"

  • Bollo auto, due novità importanti in arrivo dal 1° gennaio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: i numeri di sabato 7 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: estratto il 5+1 da mezzo milione. I numeri di martedì 3 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 5 dicembre 2019

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

Torna su
Today è in caricamento