rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
CRONACA

Attacchi a siti governo e Vaticano: arrestati hacker di Anonymous

Il gruppo di hacker si dedicava ad attacchi informatici ai siti di infrastrutture critiche, siti istituzionali e grandi aziende. L’operazione "Tango down" è stata condotta dagli uomini del Centro nazionale anticrimine informatico

ROMA - Quattro hacker del "collettivo di pirati informatici" Anonymous sono stati arrestati stamattina da personale del Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche (Cnaipic) della polizia postale, nell'ambito dell'operazione "Tango Down", con la quale sono state eseguite in tutta Italia diverse perquisizioni e misure cautelari.

Secondo gli inquirenti, i quattro sarebbero responsabili di vari attacchi informatici ad alto livello, tra i quali alcuni nei confronti dei siti del governo, del Vaticano, di polizia, carabinieri e di diverse importanti aziende italiane.

Sulla base delle indagini coordinate dalla Procura di Roma, gli inquirenti hanno ricostruito il ruolo degli hacker arrestati: per le loro capacità erano stati identificati con il vertice di Anonymous, mentre in realtà approfittavano della notorietà del movimento per perseguire propri interessi in un certo senso 'tradendo' la causa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attacchi a siti governo e Vaticano: arrestati hacker di Anonymous

Today è in caricamento