rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Fermato anche il suo factotum

Arrestato Alfonso Tumbarello, il medico di Matteo Messina Denaro

Si era difeso dicendo che non conoscesse la vera identità di Andrea Bonafede

Arrestato il medico di Matteo Messina Denaro. Infatti, i carabinieri hanno fermato il medico Alfonso Tumbarello, 70 anni, ex medico di base a Campobello di Mazara e ora in pensione, accusato di favoreggiamento aggravato: è il medico che aveva in cura il finto Andrea Bonafede, l'alias utilizzato da Matteo Messina Denaro per ricevere le cure anticancro alla clinica La Maddalena di Palermo, dove l'ex latitante è stato catturato il 16 gennaio.

Il provvedimento è stato disposto dal gip di Palermo Alfredo Montalto che ha accolto la richiesta del procuratore Maurizio de Lucia e dell'aggiunto Paolo Guido. Il gip ha disposto la misura cautelare del carcere anche per una seconda persona che avrebbe avuto il ruolo di consegna delle ricette - una sorta di 'postino' delle prescrizioni mediche - a Messina Denaro.

Secondo le indagini sarebbe stato proprio Alfonso Tumbarello a firmare le ricette e le prescrizioni mediche utilizzate dal boss per sottoporsi alle cure per la patologia tumorale da cui è affetto. I pm lo avevano iscritto nel registro degli indagati fin dal 17 gennaio, il giorno dopo l'arresto del capomafia di Castelvetrano. Nelle settimane scorse lo studio del medico è stato perquisito e il medico era già stato sentito dagli investigatori. Entrambi gli arrestati sono stati raggiunti dalla misura cautelare a Campobello di Mazara, nel trapanese, dove Messina Denaro ha passato l'ultima fase della sua trentennale latitanza. Oltre al medico di base Alfonso Tumbarello, in manette è finito un altro Andrea Bonafede, cugino omonimo del ragioniere che ha prestato la sua identita' al superlatitante e che è già in carcere.

"L'analisi della documentazione via via acquisita dalla polizia giudiziaria ha fornito prova piena della gravità delle condotte" del medico Alfonso Tumbarello, arrestato per avere curato il boss Matteo Messina Denaro. Lo scrive il gip Alfredo Montalto nella ordinanza di custodia cautelare.

"E, infatti, il primo intervento chirurgico cui è stato sottoposto Messina Denaro è stato reso possibile grazie alla falsa scheda formata dal dott. Tumbarello il 5 novembre 2020 a nome di Bonafede Andrea, nella quale ha dato atto di aver eseguito personalmente un'accurata anamnesi e valutazione clinica del paziente, che già aveva eseguito una colonscopia sollecitandone il ricovero", ricovero cui faceva seguito, a distanza di pochi giorni come detto, l'intervento chirurgico del 13 novembre 2020.

Tumbarello ha chiesto poi, in calce alla "scheda", di essere informato attraverso una "esauriente relazione clinica" del paziente Bonafede/Messina Denaro Tale documento, sottoscritto personalmente dall'indagato, prova in modo incontrovertibile che costui ha visitato piu' volte Messina Denaro Matteo (e non gia' il suo assistito Bonafede), e ne è divenuto stabile interlocutore del lungo e tormentato percorso terapeutico del suo assistito (rectius Messina Denaro). E invero Tumbarello seguirà il percorso del paziente per i successi due anni, continuando a prescrivergli delicatissimi e costosissimi esami diagnostici"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato Alfonso Tumbarello, il medico di Matteo Messina Denaro

Today è in caricamento