Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Reggio Calabria

Fine della fuga, arrestato l'uomo che ha cercato di dare fuoco all'ex moglie

E' stato arrestato a Reggio Calabria Ciro Russo, il 42enne che ha cercato di dare fuoco alla ex moglie, Maria Antonietta Rositani: le condizioni della donna sono molto gravi

La fuga è finita. E' stato arrestato a Reggio Calabria Ciro Russo, il 42enne che martedì mattina ha cercato di dare fuoco alla ex moglie, Maria Antonietta Rositani, lanciandole addosso del liquido infiammabile mentre si trovava a bordo della propria autovettura. La donna è ricoverata con gravi ustioni su tutto il corpo al Policlinico di Bari, dove è stata trasportata d'urgenza da un aereo dell'Aeronautica Militare decollato dall'aeroporto di Lamezia Terme.

Dà fuoco all'auto con dentro la moglie, arrestato Ciro Russo

Dopo 36 ore di ricerche a tappeto in tutta la città, Ciro Russo, accusato di tentato omicidio aggravato, è stato fermato nei pressi di una pizzeria del centro dopo un'intensa attività di ricerca coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri, con gli investigatori della Squadra Mobile reggina e il Servizio Centrale Operativo di Roma. Nei confronti dell'uomo è stato emesso un provvedimento di fermo d'indiziato di delitto, disposto dal procuratore Giovanni Bombardieri, dal procuratore aggiunto Gerardo Dominijanni e dal sostituto procuratore Paola D'Ambrosio, per tentato omicidio aggravato.

Nelle ore precedenti l’auto era stata ritrovata in pieno centro e l’uomo aveva continuato la fuga probabilmente a piedi. "Non ha avuto il tempo o la possibilità di tentare di fuggire o di reagire – dice ai giornali locali il capo della Squadra Mobile di Reggio Calabria, Francesco Rattà – i nostri uomini gli sono piombati addosso senza che avesse tempo o modo di muoversi o di abbozzare una reazione". 

L'uomo era evaso dagli arresti domiciliari a Ercolano, ottenuti nel maggio dello scorso anno, dopo un periodo in carcere disposto il 20 gennaio 2018 con provvedimento del Gip di Reggio Calabria a conclusione di indagini condotte dalle squadra mobile reggina per maltrattamenti in famiglia.

Dà fuoco all'auto con dentro l'ex moglie davanti a un liceo

Le condizioni di Maria Antonietta Rositani

Sono molto gravi le condizioni di Maria Antonietta Rositani: "La paziente è in prognosi riservata. Ha ustioni su oltre il 50% del corpo, sono ustioni profonde al viso e agli arti in particolare, e ha difficoltà a respirare", ha riferito ieri nel corso di una trasmissione di RaiTre Giuseppe Giudice, direttore Centro Grandi Ustioni del Policlinico di Bari: "È vigile e le condizioni sono stabili, ha già chiesto di denunciare l'accaduto alla Procura della Repubblica".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fine della fuga, arrestato l'uomo che ha cercato di dare fuoco all'ex moglie

Today è in caricamento