Lunedì, 1 Marzo 2021
Matera

Arrestato Marcello Pittella: il governatore della Basilicata ai domiciliari

Marcello Pittella, esponente del Pd, è in carica dal 2013. Il provvedimento gli è stato notificato dalla Guardia di Finanza che ha eseguito altre 29 misure restrittive nell'ambito di un'inchiesta sul sistema sanitario

Il presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella durante la firma del Contratto istituzionale di sviluppo per "Matera 2019 Capitale europea della cultura", Roma, 26 settembre 2017. ANSA/ANGELO CARCONI

Il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella (Pd), è agli arresti domiciliari. Il provvedimento gli è stato notificato dalla Guardia di Finanza che ha eseguito altre 29 misure restrittive nell'ambito di un'inchiesta sul sistema sanitario lucano. Pittella si trova nella sua casa di Lauria, in provincia di Potenza.

Sono trenta in totale le misure restrittive in corso di esecuzione da parte della Guardia di Finanza di Matera nell'ambito di un'operazione sul sistema sanitario in Basilicata nei confronti di persone coinvolte "a vario titolo in fatti riconducibili a reati contro la Pubblica amministrazione". L'attività "vede impegnati, allo stato, circa cento tra uomini e donne delle Fiamme Gialle".

Inchiesta sulla Sanità in Basilicata: arrestato Marcello Pittella

Un terremoto politico per la Basilicata che, secondo l'accusa, vede coinvolti i vertici della Regione su nomine, concorsi e incarichi nelle aziende sanitarie lucane. In carcere sono finiti Pietro Quinto e Maria Benedetto, rispettivamente commissario straordinario dell'Azienda sanitaria provinciale di Matera e direttrice amministrativa dell'Azienda sanitaria di Matera.

Nei giorni scorsi il Pd lucano aveva dato mandato a Marcello Pittella, fratello del senatore Gianni, di correre per un secondo mandato in Regione alle elezioni per il rinnovo del parlamentino lucano, previste al più tardi per l'inizio del 2019.

Elezioni regionali: vince Pittella, stravince il Pd

I dettagli dell'inchiesta

Verte su concorsi, nomine ed altre procedure amministrative dell'Azienda sanitaria della provincia di Matera (Asm) l'inchiesta della Procura di Matera che ha portato stamane all'arresto di 22 persone, tra cui il presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella, ai domiciliari. Altri otto provvedimenti cautelari riguardano obblighi di dimora. Cento i militari della Guardia di Finanza di Matera impegnati questa mattina nell'esecuzione dei provvedimenti disposti dall'autorità giudiziaria di Matera. Nel mirino dell'inchiesta è finita la Asm i cui vertici sono stati arrestati. Il direttore generale della Asm, Pietro Quinto, è in carcere. Un terremoto per la sanità lucana poiché sono coinvolti nell'inchiesta, a vario titolo, anche commissari e dirigenti dell'Azienda sanitaria della provincia di Potenza, dell'azienda regionale San Carlo di Potenza, del Centro Oncologico regionale della Basilicata ed anche la Asl Bari è finita nell'inchiesta. Ci sono infatti anche il direttore generale dell'Asl di Bari, Vito Montanaro, e il responsabile dell'anticorruzione della stessa Asl, l'avvocato Luigi Fruscio di Barletta, tra le trenta persone destinatarie di misure cautelari nell'ambito di una indagine della Gdf, coordinata dalla Procura di Matera, su presunti illeciti nella sanità lucana. A quanto si apprende ai due indagati pugliesi, entrambi agli arresti domiciliari, viene contestato un episodio di abuso d'ufficio legato ad un presunto concorso truccato alla Asl di Matera.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato Marcello Pittella: il governatore della Basilicata ai domiciliari

Today è in caricamento