Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Migranti "schiavi" per 25 euro al giorno: blitz in tutto il sud Italia contro il caporalato

Gli agenti di polizia hanno identificato 235 persone e controllato 26 aziende. I migranti erano costretti a lavorare per pochi euro in condizioni disumane

Migranti irregolari fruttati come schiavi, costretti a lavorare in condizioni disumane dalle 6 del mattino alle 19 di sera per appena 25 euro. E' quanto hanno scoperto gli agenti di polizia, che hanno condotto una vasta operazione contro il caporalato nel Sud Italia. I controlli hanno visto impegnate le squadre mobili di Caserta, Foggia, Latina, Potenza, Ragusa e Reggio Calabria. Gli agenti hanno identificato 235 persone, tra datori di lavoro e dipendenti, e controllato 26 aziende e arrestato tre persone.

In provincia di Foggia, con l'ausilio dell'Ispettorato del Lavoro, sono state controllate 6 aziende operanti nel vasto Tavoliere. In una di esse sono stati trovati due lavoratori in nero, entrambi privi del permesso di soggiorno. Si tratta di due uomini provenienti rispettivamente dalla Costa D'Avorio e dal Bali. Per l'azienda in questione sono scattate pesanti sanzioni amministrative.

Sempre nel Foggiano, inoltre, è stato notificato un provvedimento di sospensione di una attività agricola per inosservanza delle normative sul lavoro. Ventotto lavoratori sono stati accompagnati in questura e ascoltati dagli agenti: dalle loro testimonianze non sarebbero emerse, al momento, situazioni o condizioni di schiavitù o sfruttamento. Le attività dedll'operazione Freedom proseguiranno per tutta l'estate, interessando le zone in cui è storicamente radicato il fenomeno del caporalato, con forme di sfruttamento del lavoro al limite della schiavitù.

Nelle altre province interessate dall'attività ad alto impatto, come ad esempio nel Ragusano, sono emerse situazioni di sfruttamento bracciantile in danno di lavoratori provenienti dalla Nigeria e dalla Romania, alcuni dei quali riferiscono che il caldo insopportabile delle serre provoca loro un costante mal di testa ed un perenne stato di confusione, di cui non si lamentano per la continua minaccia di licenziamento.

La notizia su FoggiaToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti "schiavi" per 25 euro al giorno: blitz in tutto il sud Italia contro il caporalato

Today è in caricamento