rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Il caso

"Nomade rapisce neonato": associazione Rom contro Il Messaggero

L'Associazione 21 luglio presenta un esposto all’ordine dei giornalisti del Lazio per un articolo pubblicato sul Messaggero il 13 novembre a firma Laura Bogliolo

"L’autrice si è discostata dall’obbligo deontologico di attenersi alla verità accertata dei fatti, pubblicando non solo accuse aleatorie, ma anche congetture di carattere discriminatorio su base etnica capaci di alimentare un infondato allarmismo sociale nei confronti dell’intera comunità rom a Roma e in Italia". Con queste parole l'associazione 21 luglio (organizzazione no profit impegnata nella promozione dei diritti delle comunità rom e sint in Italia) ha deciso di presentare un esposto all'ordine dei giornalisti del Lazio nei confronti di Laura Bogliolo, professionista de Il Messaggero.

L'articolo del 13 novembre riportava la notizia del presunto tentato rapimento di un neonato da parte di una giovane donna nomade. Secondo l’Associazione 21 luglio, la giornalista "non rispetta le tre condizioni per il diritto di stampa legittimo: utilità sociale dell'informazione, verità dei fatti esposti e  forma 'civile' dell' esposizione dei fatti e della loro valutazione".

Inoltre l'associazione afferma che l'articolo si pone in contrasto con "la Carta di Roma", protocollo deontologico che invita a "evitare la diffusione di informazioni imprecise, sommarie o distorte" e si rivolge ai giornalisti, sottolineando "che può essere arrecato un danno da comportamenti superficiali e non corretti, che possano suscitare allarmi ingiustificati, anche attraverso improprie associazioni di notizie". Il protocollo è stato sottoscritto dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti il 12 giugno 2008

"La diffusione di articoli di questo tipo – commenta infine 21 luglio -  reca un grave danno a tutta la comunità rom in Italia, finendo con il trasmettere un’immagine criminosa di un intero gruppo di persone. Ancora una volta, ci troviamo pertanto a chiedere ai media di agire in maniera consapevole, considerata la grande responsabilità che i professionisti dell’informazione hanno nella creazione di stereotipi e pregiudizi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nomade rapisce neonato": associazione Rom contro Il Messaggero

Today è in caricamento