Assalto al furgone della polizia e sparatoria: liberato un ergastolano, morto il fratello

Il mezzo della penitenziaria era diretto al tribunale di Gallarate quando è stato attaccato da un commando armato. Nella sparatoria è morto il fratello dell'evaso e sono rimasti feriti due agenti. Il detenuto, atteso in aula per la prima udienza, è riuscito a fuggire

domeni cutrì-2VARESEUn'azione rapida e ben coordinata. Così un commando armato è riuscito ad attaccare un furgone della polizia penitenziaria e a liberare un detenuto, il calabrese Domenico Cutrì (nella foto a sinistra). Una liberazione pagata con due agenti feriti e con la morte del fratello dell'evaso.

Teatro del blitz, via Milano, a Gallarate: a due passi dal Tribunale dove il mezzo della polizia era diretto. Poco prima delle 15, però, alcuni uomini armati - sembra quattro - hanno assaltato il furgone. Una "Polo" nera ha affiancato il mezzo e uno dei banditi sarebbe uscito dall'auto prendendo un ostaggio - circostanza, questa, non confermata - e chiedendo agli agenti di liberare il detenuto. Da lì sarebbe nato un conflitto a fuoco durante il quale sarebbero stati sparati quindici colpi di pistola. Due agenti sarebbero rimasti feriti. Poco dopo la fuga i banditi hanno abbandonato il corpo senza vita di un uomo davanti all'ospedale di Magenta: è Antonino, il fratello del detenuto evaso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La persona liberata è Domenico Cutrì, un calabrese residente di Cuggiono, che fino a pochi mesi fa si trovava al carcere di Saluzzo, dal quale era stato spostato perché una fonte confidenziale aveva rivelato agli inquirenti un piano per farlo evadere. Cutrì, che oggi avrebbe dovuto essere in aula a Gallarate per un processo su assegni falsi, è stato condannato all'ergastolo nel dicembre del 2012. E' considerato, infatti, il mandante dell'omicidio di un polacco 22enne colpevole di avere fatto apprezzamenti nei confronti della sua donna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Angelica Donati, figlia di Milly Carlucci, ottiene una carica istituzionale da record

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 1 agosto 2020

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Elezioni regionali 2020: tutti gli ultimi sondaggi e le ultime notizie

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 4 agosto 2020

  • Uomini e Donne, l'ex tronista Ludovica Valli: "Sto male, analisi costanti ma mi fido dei medici"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento