rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Roma

"Non sono un terrorista, denuncio tutti": parla Atef Mathlouthi, il tunisino ricercato

"Non sono un terrorista, non sono latitante, la polizia tunisina mi ha interrogato tutto il giorno. Denuncio tutti!". L'uomo è stato rintracciato da "Chi l'ha visto?" in Tunisia. Era ricercato da sabato per una segnalazione su possibili attentati a Roma

Non ci sta Atef Mathlouthi, il tunisino ricercato da sabato per una segnalazione su possibili attentati a Roma.

"Non sono un terrorista, non sono latitante, la polizia tunisina mi ha interrogato tutto il giorno. Denuncio tutti!". L'uomo è stato rintracciato da "Chi l'ha visto?" in Tunisia. 

Era stata una lettera anonima, recapitata all'ambasciata a Tunisi, a indicare la sua presunta intenzione di compiere atti di terrorismo nel nostro Paese.  Sulle sue tracce i carabinieri e, a seguito della diffusione dell'allarme, anche le altre forze dell'ordine. 

La foto segnaletica del 41enne tunisino, sospettato di essere un islamista radicale, era stata diramata a tutti gli uffici investigativi e anche alle pattuglie sul territorio, scrive RomaToday.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non sono un terrorista, denuncio tutti": parla Atef Mathlouthi, il tunisino ricercato

Today è in caricamento