rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca Spagna

Barcellona, due vittime italiane: Bruno Gullotta di Legnano e Luca Russo di Bassano

Bruno Gullotta di Legnano era in vacanza a Barcellona con la famiglia. E' stato investito dal furgone sulla Rambla. Ucciso dal furgone anche Luca Russo, di Bassano del Grappa che si trovava nella città catalana con la ragazza, rimasta a sua volta ferita

Sono due le vittime italiane dell’attentato di giovedì 17 agosto sulle Ramblas di Barcellona. Lo ha detto il responsabile dell’unità di crisi della Farnesina Stefano Verrecchia. Tra le vittime si registra il nome di Bruno Gulotta, un giovane di Legnano che si trovava in vacanza a Barcellona con la famiglia e Luca Russo, di Bassano del Grappa, provincia di Treviso, che si trovava nella città catalana con la ragazza, rimasta ferita ma non in gravi condizioni. Luca Russo, giovane ingegnere laureatosi a Padova, lavorava in un'azienda a Carmignano di Brenta.

Chi era Bruno Gullotta, tecnico informatico

Chi era Luca Russo, volontario della croce verde

“Abbiamo avuto dalle autorità spagnole e dalle autorità della Catalogna la conferma che ci sono due vittime italiane”, ha dichiarato Verrecchia ai giornalisti fuori dalla sede del ministero degli Esteri, “Per quanto riguarda i nomi avremo poi indicazioni più certe nel prosieguo, ma c’è l’effettiva conferma – purtroppo – di due vittime italiane. Siamo vicini alle famiglie, diamo continua assistenza ai familiari. Il ministro Alfano è in stretto contatto, così come la Presidenza del Consiglio, con l’Unità di Crisi. Siamo attivi, e continuiamo a essere attivi, nell’assistenza: naturalmente questo è un dato al momento, speriamo che non ci siano ulteriori notizie di questo genere. Resta il dato dei tre feriti”.

“Per ora”, ha proseguito Verrecchia, “quello che noi sappiamo è che ci sono due italiani tra le vittime e tre feriti. Poi ci sono altre persone che vanno identificate e le autorità spagnole stanno lavorando su questo”.

Duplice attentato in Spagna: cellula di 12 persone pianificava attacco con bombole di gas

Il gruppo di attentatori pianificava di usare bombole di gas, che dovevano essere caricate sul furgone utilizzato nell'attacco sulla Rambla. Il conducente del furgone che ha falciato la folla sulla Rambla è tuttora in fuga. La polizia spagnola ritiene che si tratti del 17enne Moussa Oukabir. Moussa è il fratello di Driss Oukabir, arrestato ieri a Ripoll, un centinaio di chilometri da Barcellona. Il 28enne sostiene che il fratello minore gli avrebbe rubato i documenti per poter noleggiare nella località di Santa Perpetua de la Mogoda due furgoni, uno utilizzato nell'attacco a Barcellona, l'altro ritrovato in serata a Vic, a nord del capoluogo catalano. 

Attentato Barcellona, tutti gli aggiornamenti

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barcellona, due vittime italiane: Bruno Gullotta di Legnano e Luca Russo di Bassano

Today è in caricamento