Lunedì, 8 Marzo 2021

Il video di Aurelio Visalli che tenta di salvare il ragazzo

La tragedia di Milazzo: la Procura indaga sull'operazione di salvataggio e dispone l'autopsia. I dubbi e le accuse della famiglia

Le onde altissime, tra i flutti una figura in balia del mare, mentre poco lontano a riva tre uomini stanno per entrare in acqua per tentare di salvarlo con i salvagente. RepubblicaCorriere della Sera hanno pubblicato dei video in cui si vede il guardacoste Aurelio Visalli insieme a due suoi compagni della Guardia Costiera pochi momenti prima di immergersi per salvare un adolescente che stava annegando a Milazzo, nel messinese. Poco dopo, Visalli si tufferà per raggiungere il ragazzo, venendo però trascinato via delle onde. Il suo cadavere è stato avvistato intorno alle 8 di ieri mattina e successivamente recuperato dall'equipaggio della motovedetta della Capitaneria di porto dove il giovane sottufficiale prestava servizio.

La procura di Barcellona Pozzo di Gotto ha aperto un'inchiesta sulla morte di Visalli, per accertare se al momento del soccorso i militari della Capitaneria fossero dotati di tutta l'attrezzatura necessaria. Gli inquirenti indagano anche le modalità con cui è stato ricercato il cadavere dell'uomo in mare dopo le dichiarazioni anche del cognato che ha denunciato ritardi e mezzi inadeguati per le ricerche, scrive l'Ansa. È stata inoltre disposta l'autopsia. Il cadavere, che ieri era stato portato al Comune di Milazzo dove era stata allestita la camera ardente, è stato trasferito all'obitorio e si dovrà attendere che venga riconsegnato alla famiglia per i funerali, previsti originariamente per martedì. Il sindaco di Venetico, dove Visalli risiedeva insieme alla famiglia, ha riferito: "Sembra che siano previsti funerali di Stato a Milazzo".

La famiglia del sottoufficiale ha dato incarico all'avvocato Tommaso Caldeone, che ha avanzato la richiesta per l'esame autoptico e ha presentato ieri una corposa memoria sull'accaduto il cui contenuto è ancora top secret, scrive MessinaToday.

Aurelio Visalli, i dubbi e le accuse della famiglia

Subito dopo la tragedia, la moglie e il cognato del sottufficiale avevano avanzato perplessità sulla dinamica dei fatti. "Non è morto per una fatalità, ma per l’incompetenza di chi l’ha mandato a salvare due ragazzi senza un giubbotto, senza funi, senza mezzi…", sono le accuse durissime della moglie di Visalli, Tindara Grosso, riportate dal Corriere della Sera.

Per il cognato di Visalli, Antonio Crea, comandante della polizia municipale di Venetico, il sottoufficiale "non aveva alcuna attrezzatura adeguata per un salvataggio". "Ad un certo punto mio cognato è stato investito dalle onde e nessuno lo ha più visto", aveva detto Crea. "Nessuno ha tentato di salvarlo nemmeno i suo i due colleghi perché il mare era troppo forte. E dalle 13 alle 19 prima che arrivasse l'elicottero nessuno lo ha cercato veramente". Secondo Crea, Visalli, è stato "cercato con pochi mezzi, questo anche perché la Capitaneria di Milazzo non era dotata di una nave che potesse affrontare le onde e questo ritengo sia gravissimo, così come non concepisco che ai soccorritori è stato detto di cercarlo dalla spiaggia e a noi familiari non era stato detto nulla e lo abbiamo dovuto apprendere dalla stampa". Per il cognato "ci sono molti punti oscuri in questa vicenda, su come si sono svolte le ricerche che ripeto sono iniziate troppo tardi, pretendiamo chiarezza".

La famiglia di Visalli ha riferito di aver chiesto invano di poter parlare con i due colleghi che hanno preso parte insieme alla vittima al salvataggio.

Il racconto del testimone Beninato: "In slip, avevano solo dei salvagente"

Sempre Repubblica riporta la testimonianza dell'ex calciatore del Messina Gaetano Beninato. È stato lui ad avvertire i soccorsi dopo aver visto due ragazzini in balia delle onde. Suo uno dei video che mostra Visalli e gli altri due colleghi a riva poco prima della tragedia. Beninato ha raccontato di aver chiamato la Guardia Costiera e di essere corso in spiaggia, dove nel frattempo era riuscito ad arrivare uno dei due adolescenti che prima era in difficoltà mentre l'altro era rimasto aggrappato a una boa. "È rimasto lì per un'ora e mezza", ha detto Beninato. "A un certo punto, ho visto uno dei soccorritori che si legava a un contenitore dell'acqua per stare a galla. Erano davvero senza alcuna attrezzatura. Visalli è stato di certo il più coraggioso, lo vedevo che andava avanti. Nel momento in cui è scomparso, i compagni hanno provato a cercarlo, poi uno è uscito e ha chiamato i soccorsi".

"Li ho visti arrivare in tre, su auto della Guardia Costiera, si sono spogliati, sono rimasti in slip, avevano solo dei salvagente. Sono entrati in acqua, per tentare di salvare il ragazzo in difficoltà, Visalli era quello che andava più avanti - ha raccontato Beninato -  A un certo punto, deve avere avuto la sensazione che le onde stessero portando il ragazzo più vicino, e si è addentrato ancora di più. È stato un attimo, un'onda, poi un'altra, e non lo abbiamo più visto".

Aurelio Visalli: i post sui social dei ragazzini salvati

È polemica intanto dopo i messaggi sui social dei due ragazzi che hanno rischiato di annegare. "Ragazzi apposto, sono sano e salvo. Mentre facevo le capriole in spiaggia, a me e al mio amico ci prende in pieno un’onda e mi trascina al largo, nessuno si è buttato, quindi prima di dire che qualcuno è morto per salvare me, cazzate": questo il messaggio di uno di loro, poi cancellato, comparso su Instagram. L'altro ha scritto: "Sono vivo, merde", per poi aggiungere: "Ve la racconto io la verità, facevamo le capriole sul bagnasciuga e un’onda ci ha trascinato al largo. Io sono riuscito ad uscire e a chiamare il 118, il mio amico si è aggrappato ad una boa". Dopo alcune ore ha cancellato tutto e scritto: "Nessuno è più dispiaciuto di me per quello che è successo, ho pregato fino adesso per quel soccorritore".

Il sindaco di Milazzo, Giovanni Formica, è intervenuto sulla vicenda sottolineando che "adesso è inutile accanirsi contro i ragazzini". "Quello che ho visto ieri e oggi sui social con insulti, minacce e auguri di cose terribili a quei due ragazzi non mi è piaciuto, anche se loro hanno sbagliato a scrivere qualcosa non è facendo lo stesso errore che si risolvono le questioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il video di Aurelio Visalli che tenta di salvare il ragazzo

Today è in caricamento