Giovedì, 18 Luglio 2024
la disavventura / Bergamo

L'autista chiude il portellone dell'autobus: ragazzo incastrato nel bagagliaio per tutto il viaggio

Alla fermata successiva, il giovane è riuscito a scendere, raccontando al conducente del mezzo la sua disavventura

Trenta minuti di viaggio nel bagagliaio dell'autobus. È la disavventura, a lieto fine, capitata a un giovane di vent'anni rimasto chiuso nel portabagagli del mezzo mentre stava cercando di caricare il monopattino sul bus sostitutivo del servizio ferroviario da Bergamo a Ponte San Pietro. Il fatto è stato verificato dalla stessa azienda di trasporto privato a cui è stato affidato il servizio.

Il giovane sarebbe arrivato alla fermata un attimo prima della partenza del bus e avrebbe chiesto all'autista di poter caricare il monopattino nel portabagagli. L'autista, che gestiva l'apertura e chiusura del portellone del mezzo tramite un comando elettronico, non ha fatto caso al ragazzo rimasto all'interno del bagagliaio. Alla fermata successiva, il giovane è riuscito a scendere, raccontando al conducente del mezzo la sua disavventura.

L'autista, incredulo, avrebbe pensato inizialmente a uno scherzo. L'azienda di trasporti ha fatto inoltre sapere di aver richiamato l'autista a una maggiore attenzione e ha rinnovato l'invito ai passeggeri a non entrare nel vano valigie. La vicenda intanto, è all'attenzione di Trenord, a cui fa capo l'organizzazione del servizio sostitutivo ferroviario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'autista chiude il portellone dell'autobus: ragazzo incastrato nel bagagliaio per tutto il viaggio
Today è in caricamento