rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Informazione

Mondadori fa chiudere "edicola digitale"

Avaxhome è offline. La decisione di un giudice della Procura di Milano che ha sequestrato il portale di condivisione per giornali, libri e fumetti. Il provvedimento dopo la denuncia della casa editrice presentata lo scorso 12 giugno

La Procura di Milano ha sequestrato in via preventiva Avaxhome, il portale di condivisione per giornali, libri, fumetti e cd musicali.

Il provvedimento, il primo del genere, è stato deciso dal pm Ferdinando Esposito.

Significativo - e che farà giurisprudenza - il reato contestato: ricettazione. E' la prima volta che questo avviene contro un sito internet.

BLOG A RISCHIO. Ora il timore dell'associazione dei provider italiani è che tutti i blog corrano il rischio di venire puniti per la pubblicazione di articoli sotto copyright. Il procedimento era nato dalla denuncia della Mondadori, presentata Il 12 giugno del 2012 contro Avaxhome, portale di condivisione di contenuti online senza scopo di lucro. Ovviamente non autorizzato dai detentori dei diritti, gli editori, e quindi abusivo. Proprio per evitare noie giudiziarie, il sito ha base nella lontana Russia.

 IL PROVVEDIMENTO. Il sequestro è stato dunque notificato il 23 novembre ai provider italiani, che hanno poi provveduto a inibire l'accesso. Avaxhome diffonde sulla rete gratuitamente una serie di testate, di ogni parte del mondo, e quindi anche italiane. Un vero problema per la Mondadori, che ha recentemente attivato un servizio di edicola online.

LA NOTA DI MONDADORI. Avaxhome "permette a chiunque di scaricare illegalmente, tra l’altro, la versione integrale (in formato Pdf) di intere testate giornalistiche, quotidiani, periodici e libri pubblicati da tutti i principali editori italiani e stranieri spesso contestualmente alla pubblicazione o all’uscita in edicola".

Lo sottolinea Mondadori in una nota in cui fa riferimento al sequestro del sito disposto dalla Procura di Milano e convalidato dal gip. "Nonostante l’attività svolta dal sito si presenti come gratuita - spiega Mondadori, che nel giugno scorso ha presentato una denuncia in Procura, facendo scattare l'inchiesta - in realtà nasconde un business rilevante fondato sulla vendita di spazi pubblicitari e sulla violazione dei diritti di tutti gli editori coinvolti, e non ha quindi nulla a che vedere con la condivisione di contenuti on line senza scopo di lucro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondadori fa chiudere "edicola digitale"

Today è in caricamento