Sabato, 20 Luglio 2024
"Grave insufficienza respiratoria" / Napoli

Bambino di 11 anni intubato per Covid: "È ancora grave, non respira da solo"

Il piccolo paziente è ricoverato in terapia intensiva all'ospedale pediatrico Santobono di Napoli

Sono stazionarie, nel permanere di una "grave insufficienza respiratoria", le condizioni del bambino di 11 anni affetto da Covid-19 e ricoverato in terapia intensiva all'ospedale pediatrico Santobono di Napoli. È quanto comunica l'ospedale nell'aggiornamento delle condizioni cliniche dell'11enne, ricoverato nel nosocomio pediatrico di via Mario Fiore, quartiere Arenella, dalla sera dell'8 novembre.

Il ragazzino è arrivato in ospedale quando già presentava condizioni ritenute gravi dai medici, al punto da rendere impossibile il trasferimento all'ospedale Cotugno, specializzato nella cura delle malattie infettive. Le condizioni dell'11enne erano state stabilizzate nell'arco delle prime 24 ore di ricovero, prima del verificarsi di un improvviso peggioramento del quadro clinico generale che ha richiesto l'intubazione orotracheale e la ventilazione meccanica invasiva. Il paziente è curato anche con l'assistenza di specialisti dell'Azienda ospedaliera dei Colli, alla quale afferisce l'ospedale Cotugno.

"Purtroppo la situazione è molto grave - ha spiegato il direttore generale della struttura ospedaliera, Rodolfo Conenna -. La compromissione polmonare da Covid è importante e attualmente il bambino non respira spontaneamente. Purtroppo sappiamo che quando si arriva all'intubazione la situazione è grave e compromessa, speriamo che riuscirà a superare questa situazione".

"Abbiamo un'intera area di rianimazione molto attrezzata e con persone competenti - ha continuato il medico -. Abbiamo avuto anche una consulenza con gli esperti del Cotugno con cui siamo in continuo contatto per seguire il bambino. Speriamo bene".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambino di 11 anni intubato per Covid: "È ancora grave, non respira da solo"
Today è in caricamento