Sabato, 15 Maggio 2021
Salerno

Il sindaco che ha fatto aprire un barbiere in zona rossa per tagliere i capelli a un ragazzo autistico

L’ordinanza del primo cittadino di Pontecagnano Faiano, in provincia di Salerno, per autorizzare la riapertura del salone così da permettere a F.V. di non interrompere la sua routine e avere il suo taglio mensile. “Un piccolo gesto che spero possa donare a questo bambino un momento di normalità"

Un barbiere di Pontecagnano Faiano, in provincia di Salerno, ha ottenuto di poter riaprire il suo salone, anche se in zona rossa, per un motivo speciale: consentire a F.V., un ragazzo con autismo, di venire a tagliarsi i capelli. Il sindaco, Giuseppe Lanzara, ha firmato nei giorni scorsi l’ordinanza che autorizza il negozio del signor Carmine Casale, che si trova in corso Italia, ad aprire il 26 marzo “per il tempo strettamente necessario per consentire il tradizionale e mensile taglio di capelli” del ragazzo e a riaprire ogni mese nello stesso giorno e nello stesso orario, ossia alle 1530, qualora lo stato di emergenza e la chiusura dei barbieri di procrastinasse. 

F.V. ha una forma grave di disturbo dello spettro autistico, caratterizzato dalla ripetizione di comportamenti metodici. L’eventuale rottura della sua routine schematizzata può avere “risvolti di notevole compromissione per la sua salute”, ha specificato il sindaco della sua ordinanza: il rispetto dei divieti in zona rossa avrebbe impedito a F.V. di recarsi dal suo barbiere per il suo taglio di capelli mensile. 

L'ordinanza del sindaco per far aprire il barbiere in zona rossa per far tagliere i capelli a un ragazzo autistico

Con l’ordinanza il sindaco ha inoltre incaricato i servizi sociali di “intercettare sul territorio comunale esigenze specifiche e speciali di soggetti fragili in possesso di gravi patologie e disabilità, al fine di consentire l'esercizio primario di tutela della salute e dei diritti umani, con le modifiche e gli adattamenti necessari ed appropriati che saranno valutati di volta in volta, che non impongano un carico sproporzionato o eccessivo”. 

“Il nostro ruolo è quello di garantire per queste persone la possibilità di svolgere una vita alla pari con le loro esigenze”, ha scritto Lanzara su Facebook, sottolineando l’importanza della routine per bambini e adolescenti con autismo e ricordando quanto per loro e per le loro famiglie sia difficile vivere in isolamento, con il rischio oltretutto di vedere venir meno gli appuntamenti e i gesti quotidiani che sono così importanti per loro. “Il nostro supporto a loro e le famiglie va oltre quelle che sono le norme imposte dalla zona rossa e così, con tutte le misure di sicurezza del caso”, aveva aggiunto il sindaco. L’ordinanza “contiene la chiara volontà di occuparci di questi bambini speciali e affrontare le loro necessità anche laddove la norma non ne tiene conto - aveva concluso - Un piccolo gesto che spero possa donare a questo bambino un momento di normalità. Quella di cui loro tanto necessitano, la loro routine”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco che ha fatto aprire un barbiere in zona rossa per tagliere i capelli a un ragazzo autistico

Today è in caricamento