rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca Ferrara

Barricate in strada contro l'arrivo dei profughi: "No ai migranti nell'ostello del paese"

Decine di abitanti dei comuni di Gorino e di Goro, sul Delta del Po ferrarese, si sono ribellati, erigendo barricate, per impedire il passaggio dei pullman che avrebbero dovuto portare alcuni profughi: al termine di una giornata convulsa sono stati dirottati altrove

I cittadini di Goro e Gorino (Ferrara) hanno protestato contro la decisione del prefetto Michele Tortora, che aveva requisito l'ostello locale Amore-Natura per ospitare profughi (11 donne e 4 bambini da Nigeria, Costa d’Avorio e Guinea).

Un piccolo paese, un'accoglienza di un gruppo ristretto di persone. Cinque camere, per un totale di massimo trenta posti letto, erano state requisite con una decisione notificata nel pomeriggio: in paese la voce si è diffusa in pochi minuti.

Per strada si sono viste vere e proprie barricate (bancali di legno sono stati posizionati in tre punti d'accesso a Gorino): viabilità bloccata, così non è stato possibile passare per il pullman scortato dalle forze dell'ordine.  

Al termine di una giornata convulsa i profughi sono stati dirottati in altre strutture della provincia di Ferrara. L'arrivo del piccolo gruppo di migranti non sembrava poter creare particolari problemi, "tenuto conto della saturazione delle strutture già funzionanti - spiegava la Prefettura - è per ospitare 11 donne, un gruppo di migranti assegnato alla provincia di Ferrara". Il prefetto ricordava che la requisizione aveva "carattere eccezionale straordinario".

Il titolare dell'ostello, Filippo Rubini, ha detto che una settimana fa, contattata dalle istituzioni, la struttura si era detta non disponibile ad accogliere i profughi ma che poi la situazione si era concretizzata a sorpresa, con l'annuncio dell'arrivo a poche ore dal trasferimento.

Profughi tra i fedeli: a Canosa vince l'integrazione (Foto da Facebook)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barricate in strada contro l'arrivo dei profughi: "No ai migranti nell'ostello del paese"

Today è in caricamento