rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Tragedia davanti agli amici / Trento

Base jumper si butta ma non si apre paracadute: tragedia in Trentino

Forse un errore di traiettoria durante il lancio dal Monte Brento

Un base jumper inglese di 33 anni è morto sul Monte Brento, in Trentino. Dalle prime ricostruzioni, l'uomo non sarebbe riuscito ad aprire il paracadute, forse a causa di un errore di traiettoria durante il volo. A dare l'allarme, pochi minuti dopo le 7, sono state le persone che si trovavano assieme al jumper ed hanno assistito all'incidente. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, gli operatori del Soccorso alpino, con l'elicottero, e i carabinieri.

Due incidenti in due giorni

Solo ieri un altro incidente terribilmente simile ha coinvolto un altro base jumper in provincia di Udine. Vittima il 35enne australiano Matt Munting che si era lanciato dal Monte Cimone sbagliando salto. "Nonostante tutte le informazioni fornite, Matt ha sbagliato il punto da cui saltare. Non c'era abbastanza "verticale" per iniziare a volare e quindi ha impattato sotto l'"exit", come viene chiamato". A raccontare a Udinetoday come si siano svolti i tragici fatti è Marco Milanese, collega e amico di Matt ed esperto base jumper friulano. "Lui e la moglie hanno dormito sul bivacco, poi lui è salito mentre lei lo aspettava sul piano del Montasio. Non vedendolo arrivare mi ha chiamato e io ho allertato i soccorsi".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Base jumper si butta ma non si apre paracadute: tragedia in Trentino

Today è in caricamento