Lunedì, 26 Luglio 2021
Il caso

"Sconto" per Berlusconi, ridotto l'assegno all'ex moglie Veronica Lario

La Corte d'Appello di Milano ha ritenuto eccessiva la cifra di tre milioni di euro al mese stabilita inizialmente per la separazione. La riduzione complessiva è di trentasei milioni

Silvio Berlusconi e Veronica Lario (Infophoto)

MILANO - L'assegno scende a due milioni di euro al mese, e non tre come inizialmente stabilito in tribunale. La Corte d'Appello civile di Milano ha ridotto di un terzo l'assegno che Silvio Berlusconi ha versato alla ormai ex moglie Veronica Lario. 

Alla donna, secondo quanto riportato sul "Corriere della Sera", andranno due milioni di euro invece dei tre stabiliti dal tribunale in primo grado nella sentenza di separazione. Allora la sentenza prevedeva un "appannaggio annuale" di 36 milioni di euro, pari a 100mila euro al giorno: in questa cifra veniva conteggiata la permanenza della donna nella villa di Macherio.

Ora però non è escluso il ricorso in Cassazione dalla Lario. Nella sentenza di divorzio invece c'è scritto che Berlusconi deve versare 1,4 milioni alla Lario.

L'IRONIA DELLA RETE - Lo 'sconto' di un milione di euro fatto dai giudici a Silvio Berlusconi sull'assegno di separazione da Veronica Lario non è passato inosservato al popolo della Rete. Su Twitter sono fioccati decine di commenti ironici: da "Riuscirà a sopravvivere con due milioni al mese anziché tre?" a "Invece di versarvi il ghiaccio in testa, fate un versamento per Veronica Lario". C'è anche chi si è domandato come l'ex moglie di Silvio farà a pagare il portaborse per tutte le sue Luis Vuitton.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sconto" per Berlusconi, ridotto l'assegno all'ex moglie Veronica Lario

Today è in caricamento