rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Giustizia è fatta

"Ce l'abbiamo fatta, Giovà": il bigliettino sulla tomba di Falcone

È apparso tra i tanti biglietti e dediche che vengono lasciate in queste ore sulla lapide del magistrato

È datato 16 gennaio 2023, giorno dell’arresto del boss della mafia Matteo Messina Denaro, il bigliettino trovato sulla lapide della tomba di Giovanni Falcone. Non c’è nessuna firma, solo una semplice scritta in stampatello e con penna rossa che dice: "Ce l'abbiamo fatta Giovà... Dopo 30 anni!!!".

Bigliettino sulla lapide di Falcone a Palermo

Questo messaggio si aggiunge a tanti altri biglietti e dediche che vengono lasciate in queste ore sulla lapide del magistrato, che si trova nella chiesa di San Domenico a Palermo. Pesa come un macigno la frase finale, che sottolinea appunto come l’arresto del boss sia avvenuto dopo 30 anni dalle stragi di Capaci e via D'Amelio.

Messina Denaro ripreso mentre fa la spesa, nell'ultimo covo trovata un'agenda con nomi e numeri

La foto è stata pubblicata sui social dalla Fondazione Falcone, insieme a molti altri scatti. "Una giornata straordinaria. Un grande successo della Procura della Repubblica di Palermo e dell'Arma dei Carabinieri: il miglior modo per ricordare Giovanni Falcone e Paolo Borsellino nel trentesimo anniversario delle stragi. Siamo grati allo Stato e alle Istituzioni e anche in questa giornata di gioia siamo dalla parte giusta. Da un lato l'arresto dell'ultimo boss stragista Matteo Messina Denaro, il peggior criminale e latitante d'Italia, dall'altro la fiducia e la speranza che vincono: un giovane laureato che ha lasciato ieri in segno di impegno la sua corona di alloro sulla tomba".

Tutte le notizie su Today.it

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ce l'abbiamo fatta, Giovà": il bigliettino sulla tomba di Falcone

Today è in caricamento