Domenica, 18 Aprile 2021
Napoli

Napoli, operata la bimba ferita in una sparatoria: "Condizioni estremamente gravi"

L'intervento ha permesso di asportare il proiettile che è apparso integro. La piccola però non è fuori pericolo

Le immagini della sparatoria avvenuta ieri a Napoli

Sono "estremamente gravi" le condizioni cliniche della bimba di 4 anni ferita ieri pomeriggio nel corso di una sparatoria avvenuta nella zona di piazza Nazionale, a Napoli. La bimba, ricoverata nel reparto di Terapia intensiva dell'ospedale pediatrico Santobono e in coma farmacologico indotto, è stata operata nella notte. La valutazione dell'opportunità dell'intervento è stata fatta dai chirurghi e dai rianimatori a seguito del monitoraggio dell'evoluzione delle condizioni cliniche.

L'intervento ha permesso di asportare il proiettile che è apparso integro. 

"La bimba non è fuori pericolo"

"L’intervento al Santobono di Napoli è riuscito bene, ma la bimba non è fuori pericolo: i chirurghi hanno dovuto rimuovere pezzi di indumenti dai polmoni, per fortuna la pallottola, grande come la sua aorta, non ha toccato il cuore", queste le parole di Anna Maria Minicucci, dirigente dell’ospedale Santobono di Napoli, a Radio Crc.

Secondo l'ultimo bollettino medico, diffuso intorno alle 14.30, le condizioni della bimba restano "critiche ma stabili". LaTac al torace ha mostrato una riduzione del versamento pleurico bilaterale, ma confermato il danno ai polmoni. Restano invariate le lesioni ossee, mentre l'ecocardiogramma e l'elettrocardiogramma risultano nella norma per l'età. Le condizioni cliniche della bimba permangono "estremamente gravi" e la prognosi resta riservata.

BImba ferita a Napoli, De Magistris: "Siamo sconvolti"

Nella sparatoria avvenuta nel pieno centro di Napoli sono rimasti colpiti un uomo, una donna e la figlia di quattro anni. L'uomo ferito - sembra fosse lui il bersaglio dell'agguato - si chiama Salvatore Nurcaro, ha 32 anni ed è in gravi condizioni.

"Stanotte dopo la fine dell’operazione, durata oltre tre ore, mi sono recato al Santobono per verificare personalmente le condizioni di salute della piccola e portare la forza della solidarietà della città ai bravi medici che stanno prestando le cure per salvare la piccola creatura". Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Che ha aggiunto: "Vedere un proiettile grande quasi quanto il cuore della bimba che le ha penetrato e traumatizzato, in un attimo, il corpo e la vita innocente e sconvolto una famiglia senza colpe fa molto male".

Il primo cittadino ha detto che "da ieri pomeriggio la nostra città è sconvolta" e che ora è "il momento della preghiera" poi ci sarà il tempo, "nei prossimi giorni, per le considerazioni politiche ed istituzionali". 

Domenica manifestazione anti-camorra in piazza nazionale

"Disarmiamo Napoli": questo il nome dell'iniziativa che la rete "Un popolo in cammino" ha organizzato per domani, domenica 5 maggio, in piazza Nazionale, teatro ieri della sparatoria nella quale è rimasta ferita anche una bambina di 4 anni, ora ricoverata in condizioni gravissime all'ospedale pediatrico Santobono.

"Siamo stanchi - spiegano gli organizzatori della manifestazione - ancora una volta la camorra torna a colpire i quartieri della nostra città. Siamo stanchi della violenza, di questi criminali, della crudeltà delle loro azioni. Un ennesimo conflitto a fuoco e a rischiare la vita questa volta è una bambina di 4 anni, ferita da colpi di pistola. Napoli ha bisogno di essere disarmata, di essere liberata dalle camorre e dalla loro violenza".


 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli, operata la bimba ferita in una sparatoria: "Condizioni estremamente gravi"

Today è in caricamento