Martedì, 18 Maggio 2021
Caserta

"Ha violentato una bimba filmandosi con il cellulare": accuse choc, arrestato un parente della vittima

I fatti nel Casertano. Gli abusi sarebbero andati avanti per 4 anni. Le indagini sono partite dopo la denuncia della madre

Foto di repertorio. Pixabay

Avrebbe violentato una bambina con cui aveva rapporti di parentela per oltre quattro anni, usando i video girati con il cellulare come arma di ricatto per ottenere il silenzio della vittima. La storia, agghiacciante, arriva dal Casertano dove un 24enne è finito ai domiciliari su ordinanza di custodia cautelare disposta dal Gip di Santa Maria Capua Vetere. Il giovane è accusato di abusi sessuali pluriaggravati, reati consumati dal maggio 2014 fino al 10 gennaio 2018, ai danni di una minore di 14 anni a cui era legato da rapporti di parentela.

Le violenze erano iniziate quando la bambina aveva solo 7 anni e sarebbero terminate solo quando la vittima, che ormai aveva 11 anni, si era trasferita in un’altra città con la famiglia. Nella nota delle forze dell’ordine si parla di "sistematici abusi sessuali" reiterati nel tempo. Dalle indagini, avviate in seguito alla denuncia sporta dalla madre della minore, è emerso che l’indagato avrebbe ripreso alcuni rapporti con il cellulare e che con quei video avrebbe minacciato la bambina: non parlare o li faccio vedere a tutti.

I filmati non sono mai stati trovati, ma secondo gli investigatori il racconto della bambina è attendibile. Gli investigatori hanno ascoltato numerosi familiari e analizzato i supporti informatici da cui sarebbero emersi riscontri oggettivi. Messo alle strette e "ormai privo di ogni spazio difensivo" il giovane avrebbe confessato gli abusi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ha violentato una bimba filmandosi con il cellulare": accuse choc, arrestato un parente della vittima

Today è in caricamento