rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
L'addio / Vicenza

La tragedia di Alessandro, morto a 7 anni soffocato dal palloncino: donati gli organi

Il dramma a Montegaldella: i frammenti del palloncino di gomma che, per gioco, aveva addentato non gli hanno lasciato scampo. Commozione ai funerali

Un ultimo gesto d'amore. Alessandro, 7 anni, è morto a Montegaldella (Vicenza) perché soffocato da frammenti di un palloncino di gomma che, per gioco, aveva addentato. I genitori hanno acconsentito alla donazione degli organi: i suoi reni salveranno un'altra vita.

Il dramma è avvenuto nel giro di pochi istanti a Ghizzole, piccola frazione, venerdì scorso. Di pomeriggio il bambino era a casa con la nonna, e stava giocando con un palloncino. Avrebbe addentato il palloncino che gli è esploso in bocca e la plastica gli è scivolata in gola, ostruendogli le prime vie respiratorie. La nonna si è immediatamente accorta che il piccolo non riusciva a respirare. Sono stati chiamati i soccorsi ma non c'è stato nulla da fare.

Vane tutte le manovre di rianimazione al piccolo e il suo trasporto d'urgenza all'ospedale San Bortolo di Vicenza, dove il piccolo è stato ricoverato in coma, ma ormai la mancanza di ossigeno al cervello aveva compromesso le sue funzioni vitali. Due giorni dopo è stata dichiarata la sua morte cerebrale.

Il piccolo frequentava la prima elementare. La procura non ha ritenuto di aprire un fascicolo di indagine. "Il destino ti ha tolto troppo presto all'affetto della famiglia ma non ti toglierà dalla nostra memoria e dal nostro cuore", hanno fatto scrivere i genitori nell'annuncio funebre. Ieri pomeriggio si sono svolti i funerali: tanti bambini presenti, hanno cantato in coro "Supereroi" di Mr. Rain.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La tragedia di Alessandro, morto a 7 anni soffocato dal palloncino: donati gli organi

Today è in caricamento